Rendez-vous 2017, il Festival del Nuovo Cinema Francese

rendez-vousErede della grande stagione della Nouvelle Vague, il cinema d’Oltralpe approda a Roma con la VII edizione di Rendez-vous – Festival del Nuovo Cinema Francese. Nella Capitale dal 5 al 9 aprile, come ogni anno, il viaggio attraverso le storie e i volti del cinema francese contemporaneo toccherà poi le altre maggiori città italiane: Napoli, Palermo, Bologna, Torino, Firenze e Milano. Organizzata dall’Institut Français Italia, la manifestazione presenterà oltre 35 titoli, 6 focus su autori e attori, anteprime e novità per un’interessante panoramica sulla produzione cinematografica francese degli ultimi anni.

rendez-vousA Roma sono quattro le sedi che ospiteranno l’evento: al Cinema Fiamma verranno proiettati film in anteprima come Sage Femme – Quello che so di lei con Catherine Deneuve o il meraviglioso Planétarium di Rebecca Zlotowski ambientato nella Parigi di fine anni Trenta, oltre alla presentazione del focus dedicato all’attrice “françallemande” Diane Kruger che il 6 aprile incontrerà il pubblico romano. La Casa del Cinema darà spazio ai dibattiti professionali, Villa Medici accoglierà il poliedrico a affascinante Louis Garrel, mentre l’Institut français Saint-Louis sarà teatro di proiezioni come L’ombre des femmes di Philippe Garrel e di un incontro con la sofisticata attrice Clotilde Courau.

rendez-vousRendez-vous quest’anno si presenta ancora più promettente e invitante accogliendo i grandi autori che fanno del loro cinema uno strumento di indagine della contemporaneità e giovani cineasti che innovano con consapevolezza e coraggio gli stilemi del cinema di genere. Punta inoltre i riflettori sul cinema delle donne, una Nouvella Vague al femminile fatta di grandi figure muliebri dietro e davanti la macchina da presa, per raccontare il tempo presente con grazia e sensibilità come nel film L’Avenir – Le cose che verranno con una strepitosa Isabelle Huppert, pellicola che celebra la vita e il desiderio incessante di rinascere, o Victoria, una commedia disperata sulla caotica vita di una donna moderna, mentre l’attrice e cineasta Danielle Arbid con Peur de rien presenterà il suo lungometraggio più toccante e poetico su amore, politica e integrazione. Nei cinque intensi giorni del Festival non mancherà proprio nulla: commedia noir, road movie, biopic, documentari, thriller e cinema sociale e politico, per un emozionante viaggio nella settima arte d’Oltralpe, da sempre tra le più raffinate e capace di regalare capolavori che hanno lasciato il segno nella storia del cinema.

Torna alla HomePage di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

@vale_gallinari

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Gallinari

Nata in una città di mare, da quando vive a Roma si domanda se la presenza dei gabbiani in giro per il centro, sia l'inequivocabile presagio della fine del mondo...Laureata in storia dell'arte, ama la fotografia, le vecchie polaroid, il cinema e il mercato di Testaccio di sabato mattina. Aspirante giornalista, trascorre il suo tempo tra gatti e mostre fotografiche, ma soprattutto a sperare che questo sogno diventi realtà.