PRIMOCANTO 5th: Danson Metropoli

L’interpretazione di due ragazzi, il cineasta Francesco Crapanzano e il compositore Francesco Leineri, due giovani talenti di origini palermitane, si fonde all’unisono per esprimere la loro idea sulla città. Gli eventi di Primocanto, però, non si limitano ad una sola rappresentazione scenica, ma ogni volta costruiscono un percorso di performance inerenti all’evento, che accompagna lo spettatore nel tempo che precede lo spettacolo vero e proprio.
Giuseppe Mortelliti, attore siciliano, questa volta diventa Virgilio, accompagnando i visitatori attraverso un percorso prima fotografico e poi uditivo. All’inizio si viene condotti di fronte ad un muro bianco con attaccate alcune fotografie di Elena Muneghina, che grazie alla lenta esposizione, riescono ad ampliare la visione, che per antonomasia sarebbe statica e istantanea, invece nelle linee di movimento degli scatti si avverte un certo dinamismo e si percepisce il rumore della città. Il cammino continua, dietro una tenda rossa di velluto, si apre un luogo misterioso e buio, dove per fortuna ad aspettarci non c’è Caronte, ma Francesco Del Pia, sound designer, che ci chiedi di giocare un po’ con i suoni di Roma. La viviamo, la guardiamo, la adoriamo, ma riusciremmo a riconoscere i luoghi di essa attraverso i suoni che la attraversano? Due sedie, due joystick, due cuffie, un computer e il nostro intuito per scoprirlo. E infine ad aspettarci un succulento aperitivo e finalmente il vero spettacolo.

{ads1}

Danson Metropoli è l’unione di un prodotto cinematografico e musica dal vivo, che conducono lo spettatore in una nuova esperienza di visione e ascolto tra le immagini sullo schermo e le note eseguite in estemporanea al pianoforte, loop station, elettronica e strumenti giocattolo. Attraverso il gioco e il depistaggio immaginativo, Danson metropoli mostra una Roma ferma, statica e a tratti surreale: una città grande e frenetica dove ogni incontro è fatale e ogni angolo di strada si svela come uno squarcio di vita vissuta filtrata dall’obiettivo di una telecamera lenta ed assorta nei suoi pensieri. Un primo anno di vita all’insegna del coraggio e della sperimentazione per la squadra di giovani artisti di Primocanto guidati da Francesco Leineri, che da settembre a giugno hanno realizzato cinque eventi unici e non convenzionali, dimostrando genialità e passione nel portare avanti una ricerca indipendente e innovativa fondata sul reciproco scambio fra le arti.

Vuoi commentare l'articolo?

Arianna Arete Martorelli

Nasce a Roma lo stesso giorno di Francesco Facchinetti, che coincide casualmente con la data di morte di Leonardo da Vinci. Dopo il primo vero colloquio della sua vita, nell’ottobre 2013 diventa redattrice della sezione cultura e spettacolo per Lineadiretta24.it tra un articolo e un altro, nel tempo libero, si interessa di molte cose: cinema, teatro, fotografia, musica… concretamente gira, vede gente, si muove, conosce, fa cose. Dopo la laurea vorrebbe partire alla volta di New York per intervistare David Letterman. Spera di non dover mai scendere a compromessi meschini, odia bere l’acqua dalle tazze e i “no” a prescindere, crede fermamente che comunque, in fin dei conti, il destino ha sempre più fantasia di noi.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->