Playful Inter-action: al MAXXI la mostra da toccare

Di primo acchitto lo spazio espositivo sembra una piccola ludoteca: la sala plastificata accoglie inaspettatamente decine di costruzioni morbide, colorate e.. profumate. Alcantara è un luogo poetico e scientifico allo stesso tempo, uno spazio in cui rappresentare tangibilmente passo dopo passo i propri stati d’animo e contemporaneamente indagare le potenzialità dell’ hi-tech. In una sola formula Interaction Design! Il design è vissuto come confortevole ponte tra l’esperienza fisica del gesto e l’inafferrabilità della sensazione. Dal soffitto dondola Pendulums, l’installazione interattiva nata dall’avanzata sperimentazione tecnico-scientifica dei ricercatori trevisani Fabrica. Al pubblico è proposto di passeggiare tra sfere soffici e sospese, innescando effetti armonici di luce e suono che regalano un’esperienza acustica, tattile e visiva per un piacere tutto sensoriale. I Giapponesi Minale-Madea propongono per l’occasione Essences, Compounds, Particles ,ovvero solidi colorati e imbevuti di profumo che aspettano di essere combinati dal visitatore alla ricerca della sua fragranza ideale. Gli odori possono, senza che ce ne accorgiamo, indurre inconsciamente ricordi e stati d’animo ed è nell’interazione con l’opera che il nostro umore diventa essenza,facendoci vivere un’esperienza intima, multisensoriale e rigenerante. Nell’ambiente raccolto e soffice della galleria oggetto e soggetto dell’esposizione si orchestrano insieme in una sinfonia di suoni, musica, colori e profumi.

L’occasione è ghiotta per grandi e piccini, finalmente il museo di ultima generazione permette di toccare, costruire e giocare per emozionarsi e conoscere. La piccola esposizione, visitabile dal 13 novembre al 5 gennaio 2014 è un’ altra valida ragione per vivere la ricca stagione del Maxxi che fino al 21 novembre offre ai suoi clienti imperdibili promozioni e riduzioni sul costo del biglietto.

 

 

Vuoi commentare l'articolo?

Eva Elisabetta Zuccari

Per lavoro e per passione racconto storie. Dalle esistenze straordinarie di persone comuni ai "pancini sospetti" del Gossip. Giornalista in divenire, classe 1989, curiosa. Spio tutto e tutti: voi non sapete chi sono io, ma io potrei già sapere chi siete voi.

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->