Paolo Poli vola tra gli aquiloni di Pascoli

Paolo Poli, oltre 60 anni vissuti sul palco e leggenda del teatro italiano, prova a raccontarci Giovanni Pascoli attraverso i suoi componimenti. Lo fa scherzando, tra i vorticosi cambi d’abito e i coloratissimi panorami, saltellando sulle note di una canzonetta o navigando tra sofferti madrigali. E così passano le stagioni, i suoni, gli affetti e le speranze di un’Italia che sembra quasi sparire dietro le rime: L’assiuolo, I due fanciulli, X agosto, Novembre… lo spettacolo è un’esaltazione della letteratura del fanciullino, intervallato da momenti di garbata comicità, nel puro stile cabarettistico di Poli.

Convincenti le interpretazioni dei giovani Daniele Corsetti, Alberto Gamberini, Fabrizio Casagrande e Giovanni Sinicalco, ineccepibili le scene curate da Emanuele Luzzati così come i costumi di Santuzza Calì.
L’intera piece appare molto equilibrata, forse anche troppo considerate le due ore di durata. Aquiloni è infatti uno spettacolo culturalmente e qualitativamente notevole, che però sembra mancare del giusto trasporto emotivo: guardare cinque bravi attori che si dividono il centro del palco a colpi di poesia, sforzandosi di apprezzare l’espressività di ogni scena, finisce per essere un’impresa umanamente troppo impegnativa (e infatti qualche testa si è inclinata già a metà del secondo tempo). A poco servono le scintillanti digressioni coreografiche da Belle Epoque se rimangono confinate ai titoli di coda: un ritmo meno cadenzato e una selezione di poesie più ridotta e accurata (non si può non includere La cavallina storna) avrebbe sicuramente fatto guadagnare molti più applausi, che comunque non sono mancati.
Consigliatissimo agli avidi divoratori di antologie e a chi desidera rivivere i numerosi scenari della poesia Pascoliana. Se il fanciulletto ha 83 primavere in tasca poi…

Per informazioni e prenotazioni cliccare qui

Vuoi commentare l'articolo?

Gianluigi Cacciotti

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->