Mostra del cinema di Venezia 71: i film in gara

Per quest’anno sono quattro le opere italiane in concorso. Il biopic su Giacomo Leopardi (Il giovane favoloso) interpretato da Elio Germano e diretto da Mario Martone, uno dei film più attesi insieme a Pasolini di Abel Ferrara con Willem Dafoe, Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea e all’ultimo film a basso costo di Saverio Costanzo (Hungry hearts) che racconta l’incontro d’amore di due giovani a New York, Alba Rohwracher e Adam Driver. Infine il film Anime nere di Francesco Munzi che narra una storia di fratelli e mafia ambientata in Aspromonte.
{ads1}
Sempre in concorso dominano i film francesi. Sono infatti ben quattro i film transalpini selezionati per il concorso:  il melodramma Tre cuori di Benoit Jacquot con Benoit Polvoorde, Charlotte Gainsbourg e Catherine Deneuve, la commedia nera La rançon de la gloire di Xavier Beauvois, il romanzo di formazione Le dernier coup de marteau di Alix Delaporte e Loin des hommes di David Oelhoffen, ambientato negli anni della guerra franco-algerina, con Viggo Mortensen nei panni di un insegnante di un piccolo villaggio del paese africano che stringe amicizia con un dissidente. 
Altro paese molto presente in concorso è l’America con ben quattro titoli: il già citato Birdman, 99 Homes di Ramin Bahrani,un dramma sulla crisi finanziaria, The Good Kill di Andrew Niccol, con Ethan Hawke pilota di droni tormentato e Manglehorn di Davig Gordon Green, una commedia su un ex criminale con protagonista assoluto Al Pacino. In gara a Venezia ci sarà anche il nuovo film di Faith Akin intitolato The Cut e il documentario sul terribile genocidio indonesiano (The Look of Silence) del danese Joshua Oppenheimer.
Tanti anche i titoli dei film presentati fuori concorso. Tra gli italiani di sicuro farà molto discutere La trattativa di Sabina Guzzanti che indaga sulla trattativa Stato-Mafia. Altro film da citare è Italy in a day di Gabriele Salvatores, il documentario desunto da 4mila filmati inviati alla Rai, primo film girato dagli italiani. Mentre per la sezione Orizzonti sono tre i film italiani in cartellone: Senza nessuna pietà di Michele Alhaique, prodotto e interpretato da Pierfrancesco Favino; La vita oscena di Renato De Maria, tratto dal libro di Aldo Nove, interpretato da Isabella Ferrari, anche produttrice con Riccardo Scamarcio;e infine Belluscone, una storia siciliana di Franco Maresco. La giuria di Venezia71 sarà presieduta dal celebre musicista francese Alexandre Desplat e sarà composta dall’attrice cinese Joan Chen, dal regista tedesco Philip Groning, dalla regista austriaca Jessica Hausner, dalla scrittrice statunitense Jhumpa Lahiri , dall’attore inglese Tim Roth, dal regista palestinese Elia Suleiman e infine da Carlo Verdone.

Vuoi commentare l'articolo?

Giulia Lucchini

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->