Luglio suona bene 2017: il programma ufficiale

È stato presentato mercoledì 12 aprile il programma ufficiale di Luglio suona bene 2017, la rassegna musicale ospitata nella Cavea dell’Auditorium Parco della Musica e organizzata dalla Fondazione Musica per Roma dal 17 giugno al 3 agosto.

Giunta alla sua quindicesima edizione, anche quest’anno si presenta come una delle iniziative più interessanti nel panorama musicale. La line up di quest’anno soddisferà infatti ogni palato, dal più “lirico” al più rock. Vi presentiamo di seguito il programma completo diviso per mese:

 

GIUGNO

17 Bastille
22 Michael Kiwanuka
23 Jethro Tull- Ian Anderson
26 The Cranberries
27 The Beach Boys
28 Gino Paoli e Danilo Rea
28 Clean Bandit support JP Cooper
29 OPI Ambrogio Sparagna
30 Briga

 

LUGLIO

02 Fiorella Mannoia
03 LP
05 Stefano Bollani sinfonico, accompagnato dall’Orchestra dell’Accademia diretta da Kristian Järvi
08 Bonobo
09 Francesco Renga
10 The Lumineers
11 Ryan Adams
12 Ezio Bosso sinfonico
13 Nek
14 The Pretenders- Chrissie Hynde
15 Francesco Gabbani
16 Philip Glass
18 Yann Tiersen
19 Carmina Burana
20 Jarabe De Palo
21 Gregory Porter
22 Ermal Meta
23 Charlez Aznavour
24 Renzo Arbore e l’Orchestra italiana
25 Benjamin Clementine
26 Tom Jones
27 Carmen Consoli
28 Al bano e Romina
29 The Divine Comedy
30 Alvaro Soler
31 Alex Britti e Max Gazzè in “In missione per conto di Dio”

“Al momento sono 41 gli appuntamenti confermati, ma altri se ne aggiungeranno nelle prossime ore e giorni così da andare a comporre l’edizione più lunga della storia di questi 15 anni” fanno sapere dall’Auditorium. Per Luglio suona bene 2017 è prevista anche l’organizzazione di attività parallele dedicate ai più piccoli, il Luglio Suona Bene KIDS. Dunque un’edizione ricca di concerti di un certo livello, complice l’atmosfera della Cavea e l’audio impeccabile dell’Auditorium: direi che non possiamo volere di più!

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vai alla home page di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @ludovicapal

Vuoi commentare l'articolo?

Ludovica Pallotta