Libri come 2017: la manifestazione senza “confini”

Si è tenuta lunedì la conferenza stampa di presentazione di Libri come 2017, la grande Festa del Libro e della Lettura di Roma giunta ormai all’ottava edizione ed ospitata come ogni anno negli spazi dell’Auditorium Parco della Musica.

libri comeDal 16 al 19 marzo infatti l’Auditorium sarà trasformato in una sorta di laboratorio sperimentale in cui scrittori, lettori e studenti saranno coinvolti in dibattiti e presentazioni che permetteranno di confrontarsi sui grandi temi della contemporaneità. Ecco allora che il nome dato quest’anno alla manifestazione è Confini: “significa molte cose, naturalmente, e in molti modi diversi verrà raccontata nei nostri incontri. Ma intanto indica la contraddizione o l’ambivalenza più caratteristica del nostro tempo: sconfinato nelle sue ambizioni, segnato da vecchie e nuove frontiere nella sua realtà quotidiana. Da un lato il sogno cosmopolita ha generato insieme l’utopia dell’integrazione e lo spettro della globalizzazione. Dall’altro demarcazioni tradizionali e inedite di classe, di etnia, di generazione, di religione ricominciano a marcare tutti i nostri territori, geografici e immaginari. Nascono insieme nuove disuguaglianze e nuove connessioni, in un intreccio di contraddizioni che genera angosce, conflitti ma anche una creatività nuova, non pacificata ma vitale. Confini ci è sembrata la parola più adatta a definire questo campo ricco di pericoli e di sfide” spiega in conferenza Marino Sinibaldi, uno dei curatori di Libri come 2017.

libri comeSono quindi previsti oltre 100 incontri con più di 300 scrittori, nazionali ed internazionali, come Ian Mc Ewan, Emanuel Carrère, Vladimir Sorokin, Carlos Ruiz Zafon, Juan Pablo Escobar, Rainer Stach, Patrick Ourednik, Teju Cole, Alan Friedman, Zerocalcare, Sergio Romano, Lucia Annunziata, Diego Bianchi, Paolo Rumiz, Antonio Di Bella, Fabrizio Gifuni, Pif, Guido Tonelli, Giuseppe Montesano, Mauro Covacich, Maurizio De Giovanni, Carlo Lucarelli, Ermanno Cavazzoni, Burhan Sönmez, Sukri al-Mabkhout, e tanti altri. Tre incontri saranno invece destinati agli studenti delle scuole superiori, che si affacciano al mondo del lavoro e di cui saranno protagonisti Mario Calabresi, direttore del quotidiano La Repubblica, il grecista Andrea Marcolongo e Licia Troisi, scrittrice di romanzi fantasy.

A rendere ancora più ricco e variegato il programma dell’ottava edizione di Libri come ci saranno una serie di mostre, tra cui Spazi d’eccezione, pensata proprio in relazione al tema di Libri come o Autoritratti, la mostra fotografica di Musacchio e Ianniello. Inoltre quest’anno l’inaugurazione della manifestazione non avverrà nelle sale dell’Auditorium, ma in quattordici biblioteche di Roma, che ospiteranno 14 autori per la presentazione di 14 libri: l’appuntamento è per il 16 marzo alle ore 19.00.

Vai alla home page di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @ludovicapal

 

 

Vuoi commentare l'articolo?

Ludovica Pallotta