Cos’è “La città agli under 25” e perché partecipare

Siamo già arrivati alla terza edizione, eppure alcuni di voi potrebbero non averne ancora sentito parlare. Dominio Pubblico – la città agli under 25 è un progetto artistico lungo (quasi) un anno che coinvolge artisti e ragazzi al di sotto dei 25 anni. Come? Ruotando attorno all’organizzazione di un festival di musica, teatro, danza, arti figurative e arti più in generale, che ospita esclusivamente artisti under 25. Un festival davvero raro, dove chi organizza ha solo un quarto di secolo e chi partecipa esibendosi, altrettanto. Un’occasione unica, per farsi spazio sui palchi di tre teatri che hanno fatto la storia e il presente della città di Roma, il Teatro Argot, il Teatro dell’Orologio e il Teatro di Roma.

Un lavoro lunghissimo, faticoso, emotivo e soprattutto importante, per chi lo fa e per chi lo riceve. Come è stato per me, che quest’anno attendo con ansia che arrivi il 31 Maggio del 2016 per vivere, questa volta da spettatore, l’esperienza di vedere in tanti spazi realizzarsi una bella occasione di arte e condivisione. Per chi scrive La città agli under 25 è stato un momento durato ben 8 mesi di assoluta crescita e di grande partecipazione. Insieme al gruppo di cui ho fatto parte, ho visto prendere forma davanti ai miei occhi l’identità e l’anima di un evento che credo, forse spero, abbia lasciato una traccia nel tessuto di questa città, la mia.

Ho creduto, viaggiando di fantasia, che Roma non sarebbe stata più la stessa dopo l’avvento di quella che noi under avevamo definito “un’invasione” pacifica di arte e talenti. Ho partecipato a riunioni infinite, notturne e diurne, stesi su gradini gelidi, fino a notte fonda, davanti a una Peroni ghiacciata, così un po’ immersi in discussioni eterne su dove andassero attaccati i nostri adesivi personalizzati. Ho conosciuto persone, amici, che per un periodo sono diventati quanto di più simile a una piccola famiglia si possa immaginare. Ho visto infine tanti spettacoli e tanti spettatori, sedersi sulle poltrone dei teatri, giovani, grandi, giornalisti, parenti, over e under.

Quest’anno Dominio Pubblico riparte. Anzi è già ripartito, portando con sé un nuovo carico di aspettative e infinite potenzialità. Non sono cambiate le modalità: c’è un bando, consultabile qui, a cui si potrà aderire inviando la propria proposta fino all’11 Gennaio 2016, c’è un gruppo di organizzatori, rigorosamente under 25, che definisce le linee guida del festival e ne dipinge i contorni, ci sono i teatri che supportano gli under nella realizzazione di un festival che è anche un ottimo punto di partenza professionale. Ci sono, o meglio ci saranno, gli artisti che invieranno la loro proposta e attenderanno di sapere se potranno esibirsi in una data compresa tra il 31 Maggio e il 5 Giugno. A loro in particolare va il mio invito a non tirarsi indietro, che dall’altra parte ci sono persone sicuramente pronte ad accogliere tutta la volontà e la capacità che sapranno dimostrare. Che quando si finisce questo festival non si è più gli stessi di quando lo si è cominciati, perché si aprono infinite possibilità, relazionali, amicali e anche lavorative. A tutti quanti, in bocca al lupo. La città agli under 25!

Vuoi commentare l'articolo?

Lavinia Martini