L’Orchestra di Piazza Vittorio incanta il Teatro Olimpico

Per ascoltare l’Orchestra più multietnica del mondo l’appuntamento è al Teatro Olimpico di Roma dal 7 fino al 24 marzo con lo spettacolo Il giro del mondo in 80 minuti. Il palco è stato trasformato in una grossa zattera piena di corde, bagagli e marinai alle prese con i loro strumenti. Alle loro spalle tre cerchi su cui vengono proiettate immagini colorate e su cui un po’ alla volta si scopre la storia di un uomo che lavora come figurante al Colosseo vestito da Gladiatore e che vuole salpare con il resto della ciurma. Ce la farà? È questo il filo che lega tutte le storie dei viaggiatori che, magicamente, si trasformano in musica. Sulla zattera arrivano, uno alla volta, i musicisti dell’Orchestra con il loro carico di strumenti , oggetti e ricordi. A guidarli il capitano Mario Tronco. Ogni viaggiatore porta con sè un canto, una musica. Il giro del mondo ha inizio: Africa, India, Sudamerica. Tutti i continenti hanno diritto di cittadinanza sulla zattera più multietnica del mondo. E tra una melodia e l’altra l’attesa è tutta per Simon, il figurante di cui si segue la storia e che alla fine arriverà prima che la nave prenda il largo.

Bravissimi tutti gli interpreti che riescono a coinvolgere ed emozionare il pubblico, bella la scenografia e i costumi. Trascinate il ritmo delle musiche con percussioni e strumenti originali come il flauto andino, djembe, dumdum, sabar, bongos, timbales e congas. Ma c’è spazio anche per canzoni melodiche e nostalgiche che fanno vivere il profumo di terre lontane. Insomma uno spettacolo unico, da non perdere con l’orchestra più bella del mondo. Fino al 24 marzo al Teatro Olimpico.

I Teaser de IL GIRO DEL MONDO IN 80 MINUTI:
http://vimeo.com/59000801
http://vimeo.com/59786468
www.orchestradipiazzavittorio.it/

Teatro Olimpico – Piazza Gentile da Fabriano 17
Botteghino aperto tutti i giorni orario continuato 10-19
Info & Biglietti 06.32.65.991 – biglietti@teatroolimpico.it

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione Parolibero

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->