L’inizio di Fabrizio Moro. Il nuovo album in uscita il 30 aprile

Perchè se si accetta di aprire la porta sul mondo del Moro, ci si accorge che ulteriori parole sarebbero state inutili. E non si sta facendo della retorica. Soltanto bisogna essere coscienti di cosa si sta parlando. Ma per esserlo, probabilmente è necessario averlo ascoltato per davvero, almeno una volta, questo cantautore. Sì, perchè questa volta si tratta davvero di qualcosa di diverso. L’inizio, il titolo del nuovo album, in uscita il 30 aprile, è anche il titolo del brano che in tre settimane ha collezionato più di 90.000 visualizzazioni grazie alla condivisione web. Spiazzante; forse dovrebbe essere preceduto da un “annulla ogni aspettativa, perchè non sarà quello che immagini”. Nuove sonorità, a tratti sperimentali, con l’irrinunciabile lavoro sul testo al quale Fabrizio Moro ci ha abituati. Frutto di tre anni di lavoro, “fogli bianchi e sessioni vuote, malessere esistenziale, autostima artistica sotto zero”, come scrive lo stesso cantautore, il percorso è ormai in dirittura d’arrivo. E il pubblico, il suo pubblico, è in trepidante attesa. Sono stati anni di indubia crescita per Fabrizio Moro che, soprattutto grazie ai numerosi live, è riuscito a far arrivare la propria musica lì dove ha sempre affermato di volere: tra la gente. Lontano dalle logiche delle grandi case discografiche, rivendica con orgoglio la propria indipendenza artistica, perseguendo il tanto semplice quanto complicato obiettivo di voler esprimere se stesso senza alcun vincolo esterno. Su facebook, scrive del nuovo album come il più importante della sua carriera, fin ora. Nuova attenzione al dettaglio musicale, al suono di ogni singola parola. Esperienza e maturità, questo traspare dalle anticipazioni sul nuovo album.

“Cosi è come lo immaginavo….senza troppe luci e copertine a colori….questo è l’inizio”. Per il resto, non rimane che aspettare. Tanto, il 30 aprile è vicino. E pare sarà una vera sorpresa!

(Foto di Luigi Orru)

Vuoi commentare l'articolo?

admin

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->