Il Teatro dell’Angelo presenta la sua brillante stagione 2013-2014

A presentare la conferenza stampa il direttore artistico nonché protagonista di numerosi spettacoli alla sua ottava stagione: Antonello Avallone. A lui spetta il compito di fare un bilancio delle precedenti stagioni e di presentare gli ospiti sul palco che via via andranno a parlare dei loro lavori, alcuni già in corso, altri solo abbozzati. Ma di certo tutti pronti per la stagione 2013-2014 che si prospetta più calda che mai, con ospiti di primo piano del panorama teatrale italiano che si esibiranno in spettacoli di autori nazionali ed internazionali. Gianfranco D’Angelo sarà in scena dall’1 al 20 ottobre con il suo spettacolo Io e Roma, un tributo alla sua città “Tanto amata ma anche bistrattata”, attraverso la raccolta di testimonianze e aneddoti divertenti. Lo spettacolo parlerà di come sono i romani, delle trasformazioni che Roma ha subito nel bene e nel male. {ads1} Dal 31 ottobre al 24 novembre sarà la volta di Secondo Ponzio Pilato con Antonello Avallone che, dopo il debutto estivo all’antico teatro di Ostia antica, porterà nel suo teatro per 4 settimane un’opera di Magni (1987) in romanesco: una storia piena di comicità ed ironia che racconta gli ultimi anni di vita di Gesù. Dal 26 novembre all’8 dicembre, Roberto D’Alessandro elaborerà una commedia divertentissima e di forte denuncia sociale: Milano non esiste, dall’omonimo romanzo. La vie en rose è un’iniziative audace nella quale si propone una contaminazione di generi tra danza musica e prosa, presentata dal 12 al 22 dicembre dal Sonia Nifosi Motion Dance GroupMa arriviamo allo spettacolo delle feste, che debutterà il 26 dicembre per un mese: Totò, Peppino e la malafemmia, un omaggio che Antonello Avallone vuole rendere alla formidabile coppia comica.  Dal 14 al 16 febbraio 2014 Gaia De Laurentiis e Lorenzo Costa si esibiranno in Girotondo di Arthur Schnitzler, un’analisi dell’impossibilità umana di amare e delle difficoltà che un amore per incontra nel realizzarsi. Regia di Francesco BianchettiAntonello Avallone tornerà dal 20 febbraio al 16 marzo 2014 con Nell’anno del Signore, altro capolavoro di LuigiMagni che è stato un film del ’68 sulla libertà e l’oppressione. Valeria Valeri è la proprietaria di una casa che decide di vendere in una commedia divertente dal titolo Nuda proprietà, in scena dal 25 marzo al 13 aprile 2014. L’ultimo spettacolo in cartellone, dall’8 al 25 maggio 2014 vede il ritorno della musica e della danza con un omaggio a Luigi Pirandello in Sei personaggi in cerca d’autore oggi, con Antonello Avallone e Sonia Nifosi Moti on Dance Group. Per gli spettacoli fuori abbonamento potremo scegliere tra un giallo di nuova drammaturgia, dal titolo Jenna, in scena dal 22 al 27 ottobre e un’opera di Eugene IonescoLa lezione, interpretata da Fabio Galadini e Véronique Vergari dal 28 gennaio al 2 febbraio 2014.

In una stagione che si prospetta sempre più difficile perché, come ammette Avallone: “Di questi tempi non è facile riempire i teatri e, quando si riempiono, il prezzo medio del biglietto scende di molto”, il filo conduttore è il Teatro nel suo significato originale, quello che trasmette emozioni, che svolge la funzione di denuncia sociale, che è al servizio della memoria storica del nostro paese, che diverte e strappa risate ma anche qualche lacrima. 

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina Peron

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->