Il Coraggio, esce in sala il vincitore del Riff 2012

Il titolo tradotto del film e quello originale Wymyk, ovvero fuga, rappresentano i due termini con i quali si può descrivere il significato del film e i suoi protagonisti. Alfred e Jerzy sono due fratelli che gestiscono una piccola azienda familiare. Come spesso accade nel rapporto tra fratelli i due hanno caratteri opposti e vivono un costante conflitto sulle decisioni che riguardano sia il lavoro che la famiglia. Alfred sembra subire la personalità intraprendente di Jerzy il quale sembra avere ciò che lo fa soffrire: la stima del padre e i figli che non ha voluto dare a sua moglie. Un evento accidentale sconvolge la vita dei due fratelli. Alfred rimane impotente di fronte ad una decisione che mette in crisi la sua coscienza, fugge da una responsabilità. La sua è una scelta derivata dalla frustrazione mascherata da modi burberi e valori conservatori. Le conseguenze irreparabili lo costringono a mettersi in discussione e provare un tentativo di riscatto per il quale forse è troppo tardi.

Pur avendo spunti interessanti il film sembra mancare di uno sviluppo capace di dare una scossa a una trama nel quale i personaggi sono passivi e subiscono gli eventi del loro dramma. Il coraggio vorrebbe interrogare su come a volte il valore delle nostre scelte dipenda anche dal peso dato dagli altri ed è costruito su una sceneggiatura “economica” che vorrebbe avvicinare lo spettatore ai sensi di colpa del protagonista piuttosto che facilmente giudicarlo. Purtroppo l’episodio clou è paradossalmente quello che arresta l’incedere di un racconto che per la portata morale dei temi affrontati poteva far sperare in un film di maggiore rilievo.

Greg Zgliński, regista, sceneggiatore, produttore cinematografico, è autore tra l’altro della serie televisiva I londinesi, che ha ricevuto il Premio RomaFictionFest per il miglior prodotto televisivo nel 2009. Il Coraggio è il suo secondo lungometraggio.

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina De Vincenti

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->