Il “Concerto Napolide” di Ànema con Erri De Luca

Chi nato a Napoli si stacca e perde la cittadinanza è Napolide”. Da questa frase nasce il progetto del “Concerto Napolide” degli Ànema che ieri ha fatto tappa a Roma all’Auditorium Parco della Musica. Nell’intimità del Teatro Studio Borgna i quattro musicisti si sono esibiti alternando brani originali a arrangiamenti di classici della canzone napoletana alternandosi con il racconto e le testimonianze di Erri De Luca autore dell’omonimo libro Napolide.

“Quelli che si dichiarano del nord hanno un’allucinazione geografica, da noi il nord non c’è.” Da questo incipit parte l’intervento di Erri De Luca. Il racconto spazia dall’origine della città di Napoli e del suo popolo, agli aneddoti sul legame pretenzioso con il sacro e il suo patrono San Gennaro, ai ricordi di guerra trasmessi dalla madre già citati in molti suoi libri, fino agli albori della canzone napoletana, recitando Era de maggio di Salvatore Di Giacomo suonata in chiusura dagli Ànema.

Non è mancato il riferimento all’emergenza migranti, della quale Erri De Luca è stato testimone la scorsa primavera partecipando ai soccorsi di una nave di salvataggio Medici Senza Frontiere. Senza alcun tono propagandistico, a cui molti cedono trattando l’argomento, l’esperienza dello scrittore parte dal racconto dei poeti che definivano il Mediterraneo come Mare Nostum e da Omero che lo chiamava Via liquida, appunto senza barriere.

La musica degli Ànema si interseca a queste parole creando uno stacco netto tra la calma del racconto e la musica puramente strumentale. I due momenti non si sovrappongono, non c’è un accompagnamento musicale e questo permette di ascoltarli entrambi. La musica e le parole sono separate ma hanno gli stessi toni: del passato, con le rivisitazioni dei brani napoletani, del presente con gli inediti degli Ànema percorsi entrambi da melodie e strumenti multietnici.

Il gruppo è composto da Marcello Corvino (violino), Massimo De Stephanis (contrabbasso), Fabio Tricomi (oud, mandolino, tombak e tamburello) e Biagio Labanca (chitarra). Concerto Napolide farà tappa questa sera all’Oratorio San Filippo Neri di Bologna e il 4 novembre all’ Auditorium Diocesano La Vallisa di Bari.

Twitter: @vale_polly

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina De Vincenti