Giudizio Universale: lo spettacolo di Marco Balich [VIDEO]

Marco Balich (ricordato per aver realizzato l’Albero della Vita all’Expò di Milano 2015, oltre alle Cerimonie Olimpiche di Rio 2016, Sochi 2014 e Torino 2006) è l’ideatore del live show Giudizio Universale, Michelangelo and the Secrets of the Sestine Chapel, che debutterà il 15 marzo 2018.presso l’Auditorium Conciliazione di Roma.

Lo spettacolo è realizzato dalla Artainment, la società parte della Worldwide Shows Corporation, fondata dallo stesso Balich con lo scopo di dar vita a nuove forme di “intrattenimento dal vivo in cui i codici emozionali dello spettacolo e i linguaggi visivi contemporanei incontrano l’arte”. L’obiettivo è “raccontare il nostro patrimonio artistico rivolgendoci al grande pubblico e in particolare alle nuove generazioni”. La parola chiave sarà infatti “ibridazione”, come ha affermato in conferenza stampa Mons. Viganò, prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede: alla performance teatrale, di cui sarà supervisore Gabriele Vacis, si uniranno incredibili effetti speciali, raccontando le meraviglie della Cappella Sistina, sempre nel pieno rispetto della  storiografico ed artistico: è per questo che la consulenza scientifica è stata affidata ai Musei Vaticani, “un’istituzione aperta alle nuove forme di comunicazione” come ha affermato il direttore Barbara Jatta.

La struttura dello show
Il racconto, affidato ad un attore ancora sconosciuto che interpreterà Michelangelo,  si snoda attraverso diverse fasi, a partire dalla commissione da parte di Giulio II all’artista degli affreschi della volta fino alla creazione del Giudizio Universale. Gli affreschi che compongono la Cappella Sistina si animeranno e saranno proiettati in tutto lo spazio intorno al pubblico su 3 livelli, creando un effetto di sfasamento visivo tale da immergere completamente lo spettatore nelle opere stesse: si parla infatti di proiezioni a 270⁰ per circa 60 minuti (durata dell’intero spettacolo). È prevista anche una ricostruzione di Roma così come era nel 1508, di cui si occuperanno i migliori sviluppatori di videogame. Mentre le musiche saranno composte da Sting.

Costo totale del progetto: 9 milioni. Costo del biglietto: “come quello del cinema”, ha affermato Balich, che ha anche precisato: “pensiamo di tenere lo spettacolo almeno un anno”.

Vai alla homepage di LineaDiretta24
Leggi altri articoli dello stesso autore
Twitter: @ludovicapal

Vuoi commentare l'articolo?

Ludovica Pallotta