Fuerza Bruta festeggia cinque anni di successi off Broadway

Conta, ad oggi, un milione di spettatori, tra cui alcune delle personalità più celebri del mondo dello spettacolo come, solo per citarne alcuni, Usher, Kanye West, Blake Lively, Leonardo Di Caprio, Beyoncé Knowles e Jay Z. Lo spettacolo non prevede dialoghi. L’idea di base, e probabilmente uno dei motivi del suo successo, è sollecitare i sensi. “Fuerza Bruta” è adrenalina, sensualità, un’esibizione di vigore e un turbinio di musiche travolgenti. Portato in scena da un cast internazionale di ballerini eccezionali a cui si deve riconoscere uno dei meriti più alti di cui un interpretare possa fregiarsi: far apparire semplice e naturale qualcosa di difficile e visibilmente faticoso.

Il primo impatto è molto forte: un uomo percorre una strada in solitudine, comincia a correre, gli sparano al petto, sembra finito. Invece si rialza e viene raggiunto da altri personaggi che camminano assieme a lui e, a un a certo punto, scompaiono nel buio, come se la città fagocitasse i proprio abitanti. Compaiono due bellissime erinni che si librano e inseguono nello spazio e, di nuovo, l’eroe solitario, che torna a correre, combattere, infrangere barriere, superare gli ostacoli.
Le scene sono un susseguirsi di coreografie vorticose che vedono gli attori mescolarsi e interagire col pubblico, per poi spostarsi su una piattaforma acquatica sospesa al di sopra degli spettatori e dare vita a suggestioni oniriche. I corpi che venivano cannibalizzati dalla metropoli si fanno eterei, giocano, scivolano sull’acqua e ne vengono travolti.

Riappare il corridore della prima scena, non più solo, ma affiancato da dei compagni nella corsa e stavolta il salto nel vuoto sembra fare meno paura. La forma e il contenuto coincidono, il messaggio è immediato, le vibrazioni irresistibili. A termine della serata, il produttore sale sul palco per un breve discorso sul traguardo delle duemila repliche e il teatro si trasforma in un enorme club. Le inibizioni spariscono e il pubblico soccombe alla musica. Si ha la sensazione di essere testimoni di qualcosa di nuovo e, allo stesso tempo, di primitivo, ancestrale, primordiale. Di assistere a una racconto di vita, di lotta, di sconfitta, di rivalsa, d’energia. Fuerza Bruta.

foto: Claudia Pellicano

Vuoi commentare l'articolo?

Claudia Pellicano

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->