Festa del Cinema di Roma, da Carlo Verdone a Wes Anderson

Trenta-trentacinque titoli, tutti in anteprima europea, alcuni in anteprima mondiale, di ogni varietà. Dal miglior cinema indipendente alle produzioni di genere, dall’opera di autori affermati a quella di registi emergenti, dall’animazione alla visual art. Questi gli ingredienti della decima edizione della Festa del Cinema di Roma, che si svolgerà dal 16 al 24 ottobre 2015 all’ Auditorium Parco della Musica e in altri luoghi della Capitale, sotto la direzione artistica dello scrittore e organizzatore culturale Antonio Monda.

La volontà è quella di ridisegnare in maniera drastica il festival. Proiezioni, incontri, masterclass, retrospettive, eventi speciali e riedizioni di classici coinvolgeranno quest’anno, oltre alla tradizionale location di Viale de Coubertin, i quartieri romani di Prati, Pigneto, Cinecittà e Trastevere. Ma non è solo questa la novità. La Festa del Cinema 2015 infatti metterà al centro il suo pubblico, con meno film e più incontri, nessun concorso e il solo premio degli spettatori. Al termine della proiezione la platea potrà votare per il film che concorrerà all’assegnazione del Premio del Pubblico BNL, in collaborazione con lo storico Main Partner della Festa, BNL Gruppo BNP Paribas. « L’obiettivo è riportare il festival all’idea di festa. Non c’è bisogno di premi, concorso, giurie – ha dichiarato Mondanon sarà un banale red carpet, che pure piace a tutti, ma voglio puntare sugli incontri, almeno uno al giorno, con personalità che racconteranno il loro cinema o il loro amore per il cinema. Gli incontri creano più pubblico di ogni altra cosa. Ascoltare un grande artista, attore, regista fa opera di formazione molto forte»

E tra gli incontri che più affascineranno il pubblico, impossibile non menzionare quello con Joel Coen e Frances McDormand che parleranno del rapporto di lavoro tra marito e moglie, e la serata in cui l’architetto Renzo Piano farà da guida d’eccezione in un viaggio affascinante tra cinema e architettura. E ancora Wes Anderson, in conversazione con il premio Pulitzer Donna Tartt, spiegherà il perché del suo amore per il cinema italiano e della sua passione per Pietro Germi. Tra i protagonisti del cinema nostrano che  si alterneranno nel corso delle serate, la coppia Carlo Verdone e Paola Cortellesi, insieme in uno show di comicità e divertimento, e l’attesissimo Paolo Sorrentino, presente con un inedito di 10-15 minuti che indagherà i suoi film del cuore. Due le retrospettive di quest’anno, dedicate ai grandi cineasti del passato, la prima in omaggio ad Antonio Petrangeli,e la seconda, per ora, top secret. In agenda anche l’omaggio dovuto a Pier Paolo Pasolini a 40 anni dalla scomparsa. Quanto al cartellone, il programma sarà ufficializzato il 29 settembre, ma si può essere certi che già nelle prossime settimane fioccheranno le prime indiscrezioni.

Vuoi commentare l'articolo?

Eva Elisabetta Zuccari

Per lavoro e per passione racconto storie. Dalle esistenze straordinarie di persone comuni ai "pancini sospetti" del Gossip. Giornalista in divenire, classe 1989, curiosa. Spio tutto e tutti: voi non sapete chi sono io, ma io potrei già sapere chi siete voi.