Cinema: Blue Valentine

 Ci si chiede perché la distribuzione italiana si sia accorta così tardi di questo film nonostante le sue partecipazioni festivaliere furono accolte positivamente dalla critica. Ma la crisi in cui versa (da anni) il cinema italiano, confermata dai numeri degli incassi dell’ultimo mese, spiega già tutto e forse, spiega anche il motivo per cui sia stato scelto come giorno di uscita quello di San Valentino; non sarà mica per ingannare il pubblico facendogli credere che si tratti di una commedia sentimentale, invogliando così le coppie a trascorrere la festa degli innamorati in balia di un’altra storia sdolcinata? Il giudizio agli spettatori, per ora ci basta trovarlo nelle sale, se pur con un ritardo vergognoso.

Blue Valentine racconta la storia tra Dean e Cindy, del loro amore a prima vista, che resiste di fronte a quelle scelte non del tutto volute ma che in un modo o nell’altro ci si trova ad imbattersi. Dan e Cindy sono una coppia qualsiasi, che si sta perdendo per un matrimonio avvenuto troppo in fretta o per i fallimenti professionali, o forse perché anche l’amore più intenso prima o poi finisce.

La forza del film sta proprio nel realismo, nel racconto distaccato di una storia normale. La sceneggiatura è infatti semplice ma il regista adotta un montaggio e uno stile oggettivi senza giudicare i suoi personaggi, seguendoli allo stesso modo nell’intimità, nelle sfuriate. Si alternano piani temporali, realizzati con la dolcezza della pellicola per quanto riguarda le digressioni e la freddezza del digitale per le scene del presente, abbelliti da una colonna sonora che “appartiene” ai protagonisti. E’ lo stesso Dean ad ammetterlo scegliendo una canzone fatta apposta per loro (you and me di Penny and The Quarters).

Menzione doverosa per gli attori. Ryan Gosling e Michelle Williams non solo solo i due attori del momento, superfluo nominare i successivi Marilyn e Drive, ma il loro affiatamento è il motore del film. La Williams interpreta una ragazza fragile che sogna di fare il medico e diventa una madre frustrata che fa l’infermiera. Gosling è un ragazzo in cerca dell’amore, lo trova in Cindy con il colpo di fulmine e nonostante tutto continuerà ad amarla.

Nel tentativo di ricostruire il loro matrimonio Dean sceglie di trascorrere una serata con Cindy nella “camera del futuro”, metaforicamente la soglia da cui ripartire o sulla quale arrestarsi; un esempio di amore vero come quelli che (ogni tanto) si vedono anche nei film.

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina De Vincenti

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->