Capodanno, non ti temo!

13-new-year-wallpaperAnche quest’anno è arrivato il temutissimo periodo in cui si staccano i cellulari, si resta offline sui social e si esce in incognito anche solo per comprare il latte sotto casa. Il tutto per evitare la solita brutale domanda: cosa fai a Capodanno?. Ebbene sì, perché se il Natale e le abbuffate con i parenti sono certi almeno quanto i servizi dei tg su come perdere i chili accumulati durante le feste; cosa fare a Capodanno rimane una delle decisioni più difficili della vita di un uomo. Ci sono sempre gli amici più facoltosi che se ne vanno in qualche luogo caraibico e tornano con pettinature afro e abbronzatura da urlo, quelli che già da inizio Dicembre tirano fuori gli scii e mettono in valigia maglioni su maglioni, quelli che rispolverano i vecchi giochi da tavola e iniziano a smazzare le carte, che la pensione è vicina e tanto vale avvantaggiarsi, e poi ci siete voi, che il 31 mattina ancora non avete idea di come passerete la serata.

In realtà se avete la fortuna di trovarvi a Roma non c’è da disperare, il countdown televisivo e il trenino della mezzanotte potete risparmiarvelo anche quest’anno, la Capitale offre infatti gli appuntamenti più disparati per soddisfare tutti i gusti. Per cominciare, nonostante le polemiche iniziali l’avessero messo in dubbio, è stato confermato l’appuntamento annuo con il concerto di San Silvestro al Circo Massimo, lo spettacolo comincerà alle 22 con il grande Edoardo Bennato, seguito dai bravissimi Negramaro che ancora una volta accompagneranno la mezzanotte dei partecipanti, e per i più scatenati la nottata si concluderà con un Dj set che farà ballare grandi e piccini. Per chi non vuole affrontare eccessivi spostamenti e magari non vive proprio in centro, quest’anno c’è una novità: La notte di San Silvestro in Periferia, a partire dalle 18, infatti, 4 stazioni delle linee A e B della metropolitana (Anagnina, Battistini, Laurentina, Rebibbia) verranno animate da artisti di strada, installazioni artistiche, street art, musica e laboratori creativi per i più piccoli, un’ottima iniziativa per una città che ha iniziato di recente a valorizzare la propria periferia. C’è chi non ama la folla e preferisce brindare al caldo, magari facendosi quattro risate, a tal proposito torna sul palco dell’Auditorium a grande richiesta il comico romano Gigi Proietti, per festeggiare con Cavalli di Battaglia, una raccolta dei suoi più grandi successi. Rimanendo in tema comico, al Palazzo dei Congressi ci saranno Teo Teocoli e Max Giusti, per farvi ridere e ballare, al Teatro Olimpico potrete divertirvi con Maurizio Battista, o lasciarvi meravigliare da Brachetti che sorpresa! l’ultimo allestimento del trasformista Arturo Brachetti all’Auditorium Conciliazione. Per gli amanti del grande schermo ricordiamo invece l’appuntamento annuo con l’Azzurro Scipioni, che propone proiezioni non-stop per tutta la notte. Per chi ha voglia di ballare e di fare un tuffo nel passato ci pensa il Teatro Studio Uno, dove swing, jazz e spettacoli animeranno il So 40’s Vintage Party, ma se lo swing non è il vostro forte e passate i vostri weekend in discoteca non potete perdervi l’Amore Festival, dove Dj di fama internazionale animeranno le piste della Nuova Fiera di Roma. Infine, per chi è attratto dal festival dei colori ma considera l’India una meta un po’ troppo lontana c’è Holi New Year, capodanno multicolor a Rainbow Magiclandil famoso parco dei divertimenti alle porte di Roma vedrà Show per 12 ore, attrazioni, buffet e ovviamente un mare di colori! Ora non avete più scuse, potete accendere i cellulari, contattare i vostri amici, e scegliere l’evento che più vi rappresenta!

Vuoi commentare l'articolo?

Chiara Surini

Nasce nel centro di roma quasi 25 anni fa ma sente di non appartenere nemmeno un po' a questa città tanto bella quanto caotica, ama viaggiare e perdersi in vicoli antichi di posti sempre nuovi. Cresce a pane, cinema e libri e inizia a scrivere da bambina per somigliare un po' ai suoi amici di carta e dar vita ai buffi personaggi che da sempre abitano nella sua testa. Ha vissuto per un anno in Inghilterra e ha imparato che bisogna avere un'anima colorata per non lasciarsi tingere da tanto grigio. Si è laureata in Lingue e Culture Straniere e continua a credere che le parole siano le uniche vere armi in grado di cambiare il mondo. Si è sempre sentita vicina a Madame Michel, "fuori è protetta da aculei, una vera e propria fortezza, ma ho il sospetto che dentro sia semplice e raffinata come i ricci, animaletti fintamente indolenti, risolutamente solitari e terribilmente eleganti".