Beach in the East

Londra, zona Shoreditch – Clifton Street – che da qualche tempo si sta trasformando in uno dei quartieri più in voga della città: tra Brick Lane e Hoxton l’area di Shoreditch è la più hipster di Londra. È proprio qui che la fashion consultant Yasmin Sewell dà vita al primo summery shop londinese. Dal design innovativo e ricercato, Beach in the East dispone di una vasta gamma di brand. Non c’è bisogno di sottolinearne popolarità e qualità. {ads1} Si passa dagli outfit di Acne, House of Holland – esclusivo polka incluso – e Thomas Tait a Prism eyewear fino ad arrivare agli accessori per capelli bizzarri ed eccentrici di Katie Hillier ed edizioni speciali Swatch watches. La brand essence è legata agli skater della California, cosa c’entra con Londra? Assolutamente nulla; ed è proprio questo l’aspetto più interessante: uno store all’insegna dell’estate in una delle città più note per il suo ****ing weather. “Abbiamo voluto (ri)creare la particolare atmosfera di quel periodo – ci si riferisce alla California degli anni Settanta – tanto amato quanto criticato. Affiancandolo alla moda contemporanea abbiamo dato vita a un modo innovativo di esprimere lo stile”. 

Una delle caratteristiche di Beach in the East è che ogni dettaglio è in sintonia con l’essenza dello store incentrata su distinzione, innovazione, ricercatezza. I brand sono tra i più popolari a livello internazionale ma i prodotti vantano di limited edition, personalità e novità. Yasmin Sewell ha fatto una “bella pensata” portando una filosofia sconosciuta in una delle città più complete a livello artistico-stilistico. Beach in the East rappresenta un’ondata estiva in una Londra uggiosa, si pensa – e si spera – a un successo breve ma intenso che potrebbe sfociare in un qualcosa di più continuativo, costante, fermo.

Vuoi commentare l'articolo?

Silvia Vetere

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->