Alla scoperta dei Caffè Letterari più belli di Roma

Negli ultimi anni sono comparse, tra le strade romane, sempre più insegne che recitano la scritta Caffè Letterario, ma di cosa si tratta esattamente?

Beh, se foste nati nel Settecento e vi foste avventurati in uno dei tanti cafès parigini vi saresti imbattuti negli strani personaggi che popolavano quei luoghi, intenti in discussioni di ordine filosofico e non. Quegli individui bizzarri si riunivano settimanalmente per scambiarsi idee, conversare ed esercitare le loro opinioni, alcuni dei loro nomi sono Diderot, Voltaire, Rousseau, Montesquieu, sono sicura che ne avete sentito parlare. Ai tempi in cui ancora non esisteva Facebook non mancava certo la voglia di confrontarsi con gli altri, di dire la propria e di “commentare” sui più disparati argomenti, semplicemente la piattaforma di discussione era reale e non virtuale. La riscoperta di questi magici luoghi che uniscono cultura ed enogastronomia è attribuita a al filosofo francese Marc Sautet, che nel 1992 iniziò a discutere del suo studio di consulenza filosofica al Café des Phares, gli argomenti di dibattito abbracciarono subito tanti altri campi, e in pochi giorni le persone interessate erano tantissime, a tal punto da costringere i partecipanti ad arrivare in anticipo all’appuntamento e a portare delle sedie da casa per non assistere in piedi a quei suggestivi incontri.

Oggi, con l’avvento dei Social Networks e delle piattaforme virtuali ci troviamo spesso a discutere ed esprime idee tramite uno schermo, i Caffè Letterari ci permettono invece di riappropriarci del contatto umano, di dare un volto al nostro interlocutore e di riscoprire l’antico piacere della condivisione. I Caffè Letterari suggellano un matrimonio tra bar e biblioteche, dando vita a spazi magici, in cui è possibile riappropriarsi del Tempo, un tesoro spesso dimenticato nella frenesia contemporanea. Se siete stufi del solito caffè al volo seduti alla vostra scrivania e avete voglia di lavorare, leggere un libro, chiacchierare, o anche solo curiosare in uno di questi suggestivi locali, ecco a voi una lista dei migliori Caffè Letterari romani:

 

1) Caffè Letterario

caffè letterari

Pur non brillando per originalità nel nome, questo spazio è probabilmente uno dei Caffè Letterari più grandi di Roma, circa mille metri quadrati nel cuore di Ostiense in cui attività culturali e commerciali si uniscono e convivono pacificamente. A due passi dall’Università Roma Tre, questo suggestivo locale dallo stile e dal design estremamente curati offre una vasta gamma di libri da acquistare o consultare liberamente. Al centro della struttura un bar multifunzionale diventa sala da tè, cocktail bar o ristorante a seconda dell’ora del giorno. Inoltre, aree specifiche sono adibite all’esposizione di oggetti di design acquistabili, così come gli arredi del bar e della libreria. Il locale è inoltre dotato di una saletta video, che muta a seconda della natura dei numerosi eventi organizzati dal Caffè, i quali trattano di letteratura, design, arti visive, cinema, musica e moda.

Via Ostiense 95, Roma
Tel: 06 45460710
Tel: 338 8027317
Apertura: martedì – venerdì 10.00-24.00
sabato – domenica 18.00-24.00

 

2) Libreria Giufà

caffè letterari

Giufà nasce undici anni fa come libreria indipendente nel quartiere di San Lorenzo, oltre a mettere a disposizione tavoli su cui i clienti possono leggere, sfogliare una rivista o mangiare prodotti equo solidali, pone un’attenzione particolare sui titoli proposti. Il bookshop si focalizza infatti su due circuiti: quello della graphic novel (fumetti e libri illustrati per adulti e bambini) e quello della narrativa contemporanea italiana e internazionale, coniugando grandi editori e piccola e media editoria. Durante l’anno questo colorato ambiente viene animato da iniziative che invitano alla lettura, come presentazioni editoriali, progetti fotografici, illustrazioni, reading, e letture animate da marionette per avvicinare anche i più piccoli al mondo dei libri.

Via Degli Aurunci 38, Roma
Tel: 06 44361406
Apertura: lunedi – giovedi 10.30-24.00
venerdi e sabato 10.30-02.00
domenica 15.30-24.00

 

 

 

3) Lettere Caffè

lettereecaffè

Lettere Caffè è un angolo caldo e accogliente nel frastuono di trastevere, ideale per chi ha voglia di scappare, almeno per una sera, dalla movida romana. Oltre a sfogliare qualche buon libro, il locale vi da la possibilità di assistere a concerti blues, jazz, musica etnica e d’autore e tributi alle migliori band, magari sorseggiando un buon cocktail. Ideale per dopocena o aperitivi, e adatto anche ai vegetariani, il Lettere Caffè ha una proposta diversa per ogni giorno della settimana, ricordiamo infatti la Poetry Slam del lunedì, la Chit-Chat del martedì per chi vuole fare un po’ di pratica con le lingue straniere, il salotto digitale del mercoledì e la Jam Session del giovedì per gli amanti del jazz. Un posto confortevole e variegato, in grado di soddisfare tutti i gusti!

Via San Francesco a Ripa, 100/101
Tel: +393400044154

 

caffè letterari

Tra le righe si trova nel cuore del Quartiere Trieste, ed è il posto perfetto per rilassarsi e dedicarsi ad attività culturali. La sua selezione riguarda la narrativa italiana e straniera, ed è peculiare la suddivisione delle loro proposte in “storie di…”, ci si troverà quindi a curiosare tra le varie “storie d’autore”, “storie di viaggio”, “storie di cucina”, “storie di donne”, “storie di storie” e così via, alla ricerca delle più adatta a noi. Tra Le Righe da spazio anche ai più piccoli, con il suo scaffale “libri per crescere”. Il punto forte, però, sono soprattutto gli eventi legati ai libri: due circoli letterari (uno un lunedì al mese, del gruppo di lettura ormai storico della libreria, l’altro un venerdì al mese, curato dalle ragazze di Books&the City). Il sabato è dedicato al reading, la lettura pubblica di brani poetici, proprio quest’anno Tra le righe focalizzerà l’attenzione sulle sorelle Brontë e Shakespeare.

Viale Gorizia 29, Roma
Tel: 06 85354165
Apertura: Lunedì 16.00 – 21.00, Martedì – Venerdì 10.30 – 21.00
Sabato 10.30 – 13.00 e 16.00 – 21.00, Domenica 10.30 – 13.00

 

5) Altroquando

caffè letterari

Altroquando si auto-definisce “una libreria artigianale con birre indipendenti, che stimola la circolazione delle idee e impollina quelli che vi si posano.” Oltre ad essere specializzata in libri di carattere cinematografico, locandine di film, manifesti e dvd, la libreria propone anche un’ampissima scelta di testi narrativi, letterari, di gastronomia, fumetti, pop- up e libri per ragazzi. Apparentemente solo bookshop, se si scende al piano inferiore ci si trova magicamente in un piccolissimo pub, in cui è possibile mangiare, sorseggiare dell’ottima birra, e assistere ad uno dei tantissimi eventi che la libreria propone, che variano da proiezioni, letture, intrattenimento musicale e conferenze, eventi spesso gratuiti e sempre molto interessanti!

Via del Governo Vecchio 82, Roma
Tel: 06 6879825
Orari: lunedì-venerdì 10:30 – 01.00
sabato-domenica 10:30 – 02:00

Vuoi commentare l'articolo?

Chiara Surini

Nasce nel centro di roma quasi 25 anni fa ma sente di non appartenere nemmeno un po' a questa città tanto bella quanto caotica, ama viaggiare e perdersi in vicoli antichi di posti sempre nuovi. Cresce a pane, cinema e libri e inizia a scrivere da bambina per somigliare un po' ai suoi amici di carta e dar vita ai buffi personaggi che da sempre abitano nella sua testa. Ha vissuto per un anno in Inghilterra e ha imparato che bisogna avere un'anima colorata per non lasciarsi tingere da tanto grigio. Si è laureata in Lingue e Culture Straniere e continua a credere che le parole siano le uniche vere armi in grado di cambiare il mondo. Si è sempre sentita vicina a Madame Michel, "fuori è protetta da aculei, una vera e propria fortezza, ma ho il sospetto che dentro sia semplice e raffinata come i ricci, animaletti fintamente indolenti, risolutamente solitari e terribilmente eleganti".