Al Teatro Accènto Shakespeare in obitorio

Scenografia asettica. Poche sedie, una scrivania, una lampada, due manifesti funebri, la grande insegna luminosa “obitorio”. A scombussolare questo freddo e inquietante scenario è l’inno del Napoli e l’irruzione fragorosa dell’infermiere Sesto, già in fase pre-partita, con sciarpa al collo e pronto a chiudere l’obitorio per non perdersi nemmeno un minuto della semifinale di Champion’s League. A rovinare i piani della sua imprendibile serata ci pensa il testardo Tom Berenger, regista teatrale anglo-romano che piange disperatamente la perdita del protagonista del suo Riccardo III. L’attore è morto in un incidente il giorno prima del debutto ed ora Berenger e Renata, sua amante e protagonista femminile della messinscena shakespeariana, sono disperati. Disperato è anche Sesto che cerca di convincere i due a lasciare l’obitorio prima dell’inizio della partita. Mentre gli eccentrici teatranti improvvisano duetti melodrammatici colgono il talento di Sesto, che ha la sceneggiata napoletana innata e che da “miserabile becchino” diventerà il duca di Gloucester. {ads1} Gag, equivoci, battute e risate spontanee , Shakespeare in obitorio è una divertente commedia il cui pregio risiede non solo nella bravura degli attori, la naturale simpatia Fabian Grutt e il trasformismo comico di Mino Sferra e Roberta Cataldi, ma anche in un attento coordinamento luci e suoni, impeccabile per le risorse di un piccolo teatro.

ACCÉNTO TEATRO 
via Gustavo Bianchi 12a – Roma
Dal 18 ottobre al 3 novembre 2013 
solo dal venerdì alla domenica


venerdì e sabato ore 21.00
 domenica ore 18.00
Biglietti
 Intero 12,00 Ridotto 10,00. 
2,00 (tessera associativa del teatro)


Prenotazioni
 06/57289812 oppure info@accentoteatro.com 

Vuoi commentare l'articolo?

Valentina De Vincenti

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->