Arriva in Italia il gattone giapponese Doraemon

E’ stato presentato in anteprima al Festival del cinema di Roma nella sezione dedicata ai bambini e ai ragazzi Alice nella città: Doraemon- Il film. Il gattone animato giapponese nato dalla matita di Fujiko F. Fujio (pseudonimo di Hiroshi Fujimoto) nel 1969 che ha dato vita a tre serie di animazione, due negli anni settanta e una nel 2005, questa volta sbarca al cinema.

Il film, diretto da Ryuichi Yagi e Takashi Yamazaki, racconta la storia di un’amicizia nata tra il gatto-robot Doraemon e Nobita, un bambino di dieci anni piuttosto pigro e svogliato. Nobita Nobi è molto infelice: va male a scuola, è oggetto di bullismo e è innamorato ma senza alcuna speranza di una sua compagna di classe, Shizuka Minamoto. Arriverà direttamente dal futuro, dal ventiduesimo secolo, Doraemon che cercherà con tutti i suoi poteri (ha una tasca, chiamata gattopone, da cui estrae ogni sorta di gadget mezzi magici e tecnologici) di aiutare Nobita e di educarlo per farlo diventare un bambino felice. Questa è la prima versione del personaggio in 3D e in CG e si concentra su come Nobita dovrà separarsi dall’inseparabile amico di mille avventure Doraemon e su come pian piano il bambino riuscirà a diventare adulto, avendo sempre più fiducia in se stesso e nelle sue capacità.

Un film vivace e coloratissimo. Forse anche troppo spettacolare e caleidoscopico. Il merito è però quello di aver riportato in auge un cartone tanto conosciuto negli anni ottanta in una nuova veste grafica. Mantenendo però sempre la stessa genuinità di racconto perché in sostanza nel mondo nipponico tradizionale nulla è cambiato. Doraemon-Il film, campione di incassi in Giappone con oltre 60 milioni di dollari, uscirà nelle sale italiane il 6 novembre distribuito da Lucky Red.

doraemon-il-film

Vuoi commentare l'articolo?

Giulia Lucchini