L’eccellenza italiana rivive tra le valli Trapanesi

Avete presente la Sicilia, quella terra martorizzata dove non c’è lavoro, scarseggiano le opportunità di riscatto sociale, la malavita domina incontrastata e l’omertà è l’unico biglietto da visita in corso di validità? Si la Sicilia. Quella della cucina d’eccellenza, capitale territoriale dello street food di alti livelli, regina incontrastata del Mediterraneo, cuore pulsante di molteplici civiltà? Si la Sicilia.

Quella terra che proprio nel momento di maggiore difficoltà riesce a riscattarsi e a tirar fuori il meglio di sé, ripartendo proprio dalle origini, dalla semplicità delle tradizioni. Testimonianza di un’Italia che, se vuole, sa rialzarsi e dominare la cresta delle eccellenze. Così succede per l’azienda Firriato, già capace di affermarsi a livello internazionale con l’etichetta Santagostino Rosso 2011, capace di strappare 90 punti dall’indipendente Robert Parker e i 91 punti dall’autorevole rivista Wine Spectator per il Nero d’Avola-Syrah Sicilia Santagostino Baglio Soria 2006, e che punta a ribadire la sua filosofia imprenditoriale: ripartire dalla valorizzazione dell’unicità siciliana. Veicolare gli strumenti climatici, geografici e ambientali al fine di portare in tavola l’eccellenza. Una linea d’impatto trasversale, non limitata alla sola viticoltura, ma estesa anche ad altri ambiti. Come ad esempio l’olio biologico Firriato, che racchiude nel suo corpo fruttato e delicato tutta la tradizione delle Valli Trapanesi, nel pieno rispetto della tradizionale raccolta di ottobre e novembre con la tecnica della brucatura, nonché la successiva molitura a regola d’arte: la tecnica della frangitura a rullo in pietra infatti mantiene intatte le caratteristiche organolettiche del prodotto finale, esaltandone la naturale fragranza. Un olio di qualità, attentamente studiato per un pubblico esigente, alla ricerca dei sapori genuini di una volta. Un’eccellenza tutta nostrana che ribadisce le grandi potenzialità insite dietro le numerose certificazioni a marchio Made in Italy, capace di fungere da volano d’impresa anche in quei territori in cui, l’Italia delle poltrone e della burocrazia, non riesce a tenere il passo.

 

olio2

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione Parolibero

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->