Ogni Natale la stessa storia: quest’anno si cambia menu

.. In ogni famiglia c’è n’è una, è lei la prescelta, la regina dei fornelli, che il giorno di festa, in realtà, lo passa più in cucina che a tavola con gli ospiti. Certamente, può accadere anche che i commensali siano poco graditi alla signora di casa e il rifugio culinario rappresenti un’ancora di salvezza, una ventata d’aria fresca. Beh forse “fresca” non proprio!  Ma quest’anno, donne, non avete scampo: siete destinate a sorbirvi tutto il pranzo di natale con le vostre adoratissime suocere e cognate. Perché per voi lo chef Lorenzo Pace ha pensato ad un prelibato menu che vi consentirà di anticiparvi la maggior parte del lavoro  e di sedere comodamente a tavola come un normale commensale e non nei panni della solita “desperate housewife” che puzza di fritto. Poi se con gli ospiti non ci volete proprio stare potete sempre nascondervi sotto il tavolo con il vostro gatto, ma noi un’alternativa ve la stiamo proponendo…

 
Quest’anno si cambia menu!
Lo chef Lorenzo Pace, presidente dell’Associazione Provinciale Cuochi Pescara, ha diretto quest’anno presso il ristorante di cucina tipica abruzzese “Domus Mea” un corso di cucina dedicato a tutti coloro che intendessero imparare le tecniche di base della cucina italiana. Le lezioni monotematiche sono variate dal tagliodegli ortaggi ai risotti, dalle carni alle salse, dalla pasta fresca alla lavorazione dei prodotti ittici fino a, dulcis in fundo,  – questa volta calza a pennello – gli impasti e le creme della pasticceria. A tutto ciò non sono mancate nozioni sulla scelta dei prodotti stagionali, sulle loro proprietà nutritive, sulla conservazione dei cibi e sulle diverse tecniche di cottura. Il corso, che ha riscontrato un bel successo, ora sta continuando con lezioni di approfondimento a tema, spesso concordato tra i partecipanti e il disponibile Lorenzo sempre pronto soddisfare qualsiasi curiosità o dubbio culinario, e si concluderà con una gara di cucina tra le partecipanti.
 E proprio l’11 dicembre si è svolta la lezione sul menu di Natale. 
L’idea di Lorenzo Pace, attento non solo all’immagine e alla prelibatezza dei meravigliosi piatti che crea, ma anche alla promozione della gastronomia territoriale attraverso l’utilizzo dei prodotti tipici, è stata quella di creare un menu natalizio che utilizzasse sì tutti gli ingredienti, i colori e i profumi tipici del natale e di dicembre, ma dando spazio alla fantasia. Lo chef, infatti, senza “dissacrare” quella che è la tradizione culinaria italiana del natale, ha proposto piatti che variassero le forme, le consistenze e l’utilizzo standard delle portate natalizie alle quali siamo solitamente abituati. 
 
Ecco il menu per il 25 dicembre:
 
APERTITIVO
Panettone con coppa di maiale  
Uova strapazzate con caviale 
Pecorino con fico secco
 
ANTIPASTO
Tacchino con castagne e arance
 
PRIMI
Brodo di gallina con cardo
Ravioli di zampone con salsa di lenticchie
 
SECONDO
Filetto di maiale con manto di peperone secco e purea di sedanorapa
 
DOLCE
Spumone di torrone con salsa di cioccolato
 
Come potete vedere non manca nulla del natale. E’ presente l’arrosto di tacchino -che si può cuocere ed affettare il giorno prima-, il brodo con il cardo, lo zampone e le lenticchie benché rivisitate- anche per il primo ci si può anticipare tutto e lasciarsi alla fine solo la rapida cottura dei ravioli-, il maiale e il torrone. 
Il tutto guarnito con i colori delle feste: arance, peperone secco e verde delle spezie.
 
Inebriarsi di sensi…a “Domus mea”
 
Guardare Lorenzo cucinare fa capire davvero quale ricerca, impegno e passione si cela dietro ogni piatto. Avete presente quei famosi film girati dietro i fornelli? Beh non sono pura fantasia. Nella cucina di Domus mea ci si sente davvero a casa ed inutile rimarcare la forza coesiva della cucina e del cibo perché saremmo solo ripetitivi. Per averne la prova bisogna provare. Non solo si rimane incantati dai colori, i profumi, e le magiche trasformazioni di materie prime molto semplici, ma sbalordisce l’intera atmosfera di condivisione e di magia che si interpone tra l’elaborazione di ingredienti e la riuscita finale di un piatto! Ogni ricetta di Lorenzo crea una perfetta armonia per occhi e palato: all’attento confezionamento del piatto si coniuga un succulento equilibrio tra dolce e amaro, morbido e croccante.
Tutto questo però non basterebbe senza la passione e l’attenzione di Maddalena e Manrigo, che hanno curato la ristrutturazione del vecchio casolare riproponendovi gli scenari più caratteristici della costa e dell’entroterra abruzzese. Grazie a loro a Domus mea è possibile respirare un’ atmosfera calda ma allo stesso tempo raffinata che sublima la degustazione dei piatti.
 
Vi regaliamo una ricetta…
Spumone di torrone con salsa di cioccolato (Ricetta di Lorenzo Pace)
 
Ingredienti per 4 persone
 
Per lo spumone:
•100g di torrone
•100g di panna fresca
•80g di meringa italiana
Per la salsa:
•100g di cioccolato fondente
•160g d’acqua
•40g di zucchero semolato
•0.5 di cannella
•1 chiodo di garofano
•Foglia di alloro
 
Per lo spumone tritare il torrone, unire la panna montata e la meringa. Amalgamare e lasciare in frigorifero per 4 ore. Per la salsa bollire l’acqua con lo zucchero e le spezie. Tritare il cioccolato. Versare sopra l’acqua filtrata, amalgamare, frullare e lasciare raffreddare a temperatura ambiente.
Per la guarnizione tagliare il panettone a piccoli cubetti e tostarli in forno a 170°. Mettere al centro dei piatti la salsa, sopra sistemare una pallina di torrone, su di essa mettere la menta tagliata a julienne e guarnire con il panettone.
 
 
 

Vuoi commentare l'articolo?

Benedetta Izzo

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->