Fermentazioni 2015, il ritorno del festival italiano delle birre artigianali

Giunto alla sua terza edizione, il Festival Fermentazioni 2015, si svolgerà a Roma da venerdì 11 Settembre a domenica 13 presso le Officine Farneto. Tre giorni interamente dedicati alla birra artigianale e al connubio tra questa preziosa bevanda e il cibo, l’arte, la musica e il gioco.

Veri protagonisti della manifestazione, 34 birrifici assolutamente artigianali provenienti da tutta Italia, tra nomi ormai affermati e novità emergenti dal Lazio, il Molise, l’Abruzzo e la Lombardia, che si distinguono per la qualità e l’unicità del prodotto. Fermentazioni è prima di tutto l’occasione per degustare ma anche per riflettere sulla birra, motivo per cui durante tutto l’evento si svolgeranno diversi workshop, corsi e laboratori dedicati all’esplorazione del mondo brassicolo in tutte le sue forme.

Accanto alla birra anche il cibo, con un’area food e un bistrot che riserva particolare attenzione alla qualità dei prodotti e alla provenienza certificata. Non a caso saranno presenti postazioni Slow Food dedicate ai tre presidi laziali (susianella di Viterbo, caciofiore della campagna romana e marzolina di Campoli Appennino) nel bistrot, e postazioni per i food-truck con il cibo di strada che racconta le tradizioni gastronomiche dei diversi territori di appartenenza.

Il cibo sarà anche il protagonista, insieme alla birra, dell’esposizione “Altefermentazioni” curata dal fotografo Bob Noto, che racconta in 30 scatti il legame tra grandi piatti e grandi birre. Oltre all’arte, le Officine Farneto ospiteranno performances musicali live, come anche laboratori didattici e ludici per bambini. L’evento è organizzato da Sfero in collaborazione con Cronache di Birra, primo blog italiano sulla birra. Le porte si apriranno venerdì 11 (16.00 – 2.00), sabato 12 (12.00 – 2.00) e domenica 13 (12.00 – 24.00). L’ingresso costa 10 euro e include un gettone per l’assaggio e il bicchiere da degustazione.

Questo l’elenco completo dei 34 birrifici presenti: BiRen (Emilia-Romagna), Birra del Borgo (Lazio), Birra dell’Eremo (Umbria), Birra Perugia (Umbria), Birradamare (Lazio), Birrificio del Ducato (Emilia-Romagna), Birrificio del Forte (Toscana), Birrificio di Cagliari (Sardegna), Birrificio Indipendente Elav (Lombardia), Birrificio Italiano (Lombardia), Birrificio Pontino (Lazio), BirrOne (Veneto), Brewfist (Lombardia), Brùton (Toscana), Croce di Malto (Piemonte), Etnia (Lombardia), Foglie d’Erba (Friuli-Venezia Giulia), Free Lions (Lazio), Hammer (Lombardia), L’Olmaia (Toscana), La Casa di Cura (Abruzzo), La Fucina (Molise), Birrificio Lambrate (Lombardia), Maiella (Abruzzo), Maneba (Campania), Manerba (Lombardia), MC-77 (Marche), Opperbacco (Abruzzo), Piccolo Birrificio Clandestino (Toscana), Birrificio Sorrento (Campania), Toccalmatto (Emilia-Romagna), Turan (Lazio), Turbacci (Lazio), Vento Forte (Lazio).

Vuoi commentare l'articolo?

Lavinia Martini