L’enciclopedia dello street food (A-M)

Andate di fretta? Avete una pausa pranzo breve prima di scappare a lavoro? Non avete voglia di sedervi al ristorante? Volete sfruttare il sole della primavera in arrivo? Nessun problema, Roma ha la soluzione!
La Capitale, da ormai qualche anno, si è attrezzata per rispondere a tutte le vostre necessità regalandovi un gran numero di indirizzi utili per godervi un pasto “on the way”davvero sfizioso e in cui non manca mai l’accento sulla qualità.
È evidente, ci stiamo riferendo allo street food, ormai sinonimo di tradizione e materie prime di alto livello. Eh già, perché non esiste più un pasto che non rappresenti una vera e propria arte, neanche quando per consumarlo non è richiesto l’ausilio delle posate e bisogna restare in strada.
Ecco, allora, che abbiamo pensato di creare per voi l’unica vera enciclopedia che racchiude i migliori indirizzi per un appuntamento a lume di candela con lo street food!

(A-M)

street food All bi One (Largo Corrado Ricci, 94)  Ricordate il film Piovono polpette? Bene, è giusto che sappiate che l’isola Suolo Marina non è più un luogo di fantasia ma esiste e si chiama Roma. Con l’apertura di All bi One, che in questi giorni festeggia un anno dall’avvio della sua attività, le polpette stanno decisamente invadendo la città. Disponibili nei Box da 3, da 8 e da 15, perfetti per assaporarle mentre si passeggia, le palline di carne macinata sono presentate in 15 varianti, tutte firmate dallo Chef Dario Tornatore. Da quelle condite con salmone affumicato scozzese, patate, vodka e aneto con salsa tzatziki a quelle farcite con manzo e ‘nduja con salsa burrata, è impossibile restare delusi!

 

street food Beveria Monteverde (Via Francesco Bolognesi, 16)  Dalla passione di mamma Nerina e di suo figlio Giovanni, da meno di un anno è nato uno dei nuovi punti di riferimento culinari per chi vive in zona Portuense. Famosa per i suoi burger e spiedini di ogni tipo dal manzo alla scamorza, ma soprattutto per la Crescia di Urbino, Beveria Monteverde è la passione di una grande fetta di clienti. Il locale, strutturato anche per accogliere gli avventori, ha attivo il servizio di take-away per permettere a tutti di gustare dei piatti di qualità anche in versione street food.

 

street food Capatoast  (Vicolo del Cinque, 30b). Chi dice che un tradizionale toast non può diventare un piatto gourmet  non conosce Capatoast, la prima Toasteria take away italiana. Da quello extrafarcito alla variante pensata per chi ama i sapori più delicati, sono più di 30 le ricette elaborate dagli chef professionisti che aspettano di essere provate. Il formato large non vi lascerà a bocca asciutta!

 

 

 

street food Ciao Checca (Piazza di Firenze, 25/26) Dalla passione per la pasta alla checca (la gustosa insalata di pasta corta) è nato il regno di questa tipica ricetta romana e non solo. La ricca varietà di piatti di prima qualità presenti nel menù spazia dalla pasta alla checca ai taglioni pesto e pinoli, all’hamburger di manzo, passando per la zuppa di lenticchie e la pasta e fagioli, per finire con delle polpette al sugo o con un’insalata con tomino caldo. Tutto servito in contenitori capienti pronti per accompagnarvi lungo la strada, da Ciao Checca la posata d’elezione è rigorosamente il cucchiaio!

 

street food Escosazio Juice & Organic Food (via dei Banchi Vecchi, 135). Un dolce e fresco appuntamento nel cuore di Roma capace di rivoluzionare il concetto di street food associandolo per la prima volta ad un pasto salutare. Smoothies, frullati, centrifugati, insalate, panini realizzati con farine biologiche e il Frushi – il piatto ispirato al sushi formato da riso e accompagnato da frutta esotica e di stagione: un vero e proprio paradiso per i vegani. Impossibile non sentirsi in cielo dondolando sull’altalena all’interno del locale.

 

street food Giorgione (Corso Francia) Aperto solo nelle tarde ore serali, con una storia alle spalle di oltre quindici anni, è il porto sicuro per tutti gli affamati notturni. Giorgione, dai fedelissimi chiamato “lo zozzo” è IL PANINARO. Ogni descrizione è superflua: al 99% almeno una volta avrete provato i suoi panini con salsiccia, hamburger e wurstel!

 

 

street foodKonopizza (Via del Pellegrino, 15). Nel cuore di Campo de’ Fiori la pizza come non l’avete mai vista! Tassativamente espressa, qui, l’impasto di acqua, farina, olio e lievito viene trasformato in un cono magico pronto per essere gustato. Da quello salato a quello dolce, dal tradizionale Kono margherita al più sfizioso Hawaii, allo zuccheroso farcito con Pandoro e crema al cioccolato, ce n’è per tutti i gusti!

 

 

 

 

street food Mondo Arancina (via Marcantonio Colonna, 38)    Preparate il pollice, l’indice e il medio: da Mondo Arancina queste tre dita diventeranno il vostro personale piedistallo su cui disporre le gustose arancine che non potrete fare a meno di ordinare. Calzoni, schiacciata, panelle, sfincione e non solo: niente di meno che l’universo della cucina siciliana!

 

 

street food Mordi e vai (Via Beniamino Franklin, 12/E)   Nel Nuovo Mercato Comunale di Testaccio si trova il tempio dello street food romano DOC. Sergio Esposito, il titolare, confeziona dei panini che rappresentano un tripudio di sapori tradizionali della cucina capitolina. La sua, è un’esecuzione perfetta che porta alla riscoperta delle specialità romanesche con una particolare attenzione rivolta al rapporto qualità-prezzo. I più apprezzati? Il Panino con la trippa e l’Allesso alla Picchiapò… serve aggiungere altro?

 

Credits immagine di copertina: www.dressingandtoppings.com

 

Vai alla home page di LineaDiretta24

Leggi altri articoli dello stesso autore

Twitter: @beatricegentili

Vuoi commentare l'articolo?

Beatrice Gentili

Spettatrice compulsiva di serie tv, dopo aver visto 8 puntate di fila, non capisce più quale sia la finzione e quale la realtà. A breve collega di Freud, ama follemente il cibo e la sua famiglia. La sua valvola di sfogo preferita è il clacson della macchina. I biscotti con l'uvetta che sembrano biscotti al cioccolato sono il motivo principale per cui ha problemi di fiducia.