Ultime cene: Ignazio Marino si è dimesso

  • Politica

Excellent 5

Proprio in questi minuti sono arrivate le dimissioni dell’ormai ex Sindaco di Roma, Ignazio Marino.

E’ arrivato l’epilogo per l’amministrazione di Ignazio Marino, ormai stretta nella morsa delle polemiche. Dopo aver retto allo scandalo di Mafia Capitale, due assessori e il vicesindaco hanno rassegnato le dimissioni a seguito delle rivelazioni dei ristoratori romani, i quali hanno ribaltato le dichiarazioni di Marino secondo cui si sarebbe da loro recato per “cene istituzionali” mentre le fatture dimostrano che il Sindaco ha in realtà cenato solo con una persona ( riconosciuta dai ristoratori come la moglie) e lasciato il locale pagando con la carta di credito del Campidoglio.

Le fatture di alcuni ristoranti di Roma che inchiodano Ignazio Marino

I cittadini e l’amministrazione non hanno tollerato l’ennesima bugia di Marino ed è stato subito caos a piazza del Campidoglio dove M5s, Ncd, Lega e Casapound sono scesi in strada per manifestare contro il primo cittadino, invitandolo a dimettersi “per il bene di Roma“. Dentro il Palazzo del Campidoglio invece si è da poco conclusa una giunta “a limite del drammatico” secondo i dimissionari, Stefano Esposito ( assessore ai trasporti), Luigina di Liegro ( assessore al turismo) ed il vicesindaco Marco Causi che hanno dichiarato l’impossibilità di restare in carica poichè “non ci sono più le condizioni.” Al termine della giunta, l’amministrazione sarebbe stata accolta da “vergognatevi” e “dimissioni subito” i  cori dei manifestanti, al quale poi secondo le indiscrezioni sarebbe seguito il “dimettiti è finita” intimato ad Ignazio Marino da alcuni consiglieri PD.

Sono state immediate le reazioni del web, che hanno affidato a Twitter i commenti riguardo la giornata di fuoco, divampata in Capitale. Dì la tua sulle #dimissioni di #marino aggiungendo l’hashtag #ld24

marinodimissioni

 

#marinodimettiti

 

Una "lettera" a Marino diventata virale su Facebook

 

 

Vuoi commentare l'articolo?

Fabiola Florio

20 anni, studentessa ed esperta in comunicazione politica e spin doctoring. Originaria della Puglia, si trasferisce da San Severo ( la città con la festa patronale più pazza del mondo) a Roma dove studia Giornalismo presso la LUMSA e collabora con varie testate giornalistiche. Amante delle buone chiacchiere davanti ad uno spritz, ama circondarsi di amici anche se chi si fa davvero in quattro per lei resta la pizza. Nonostante le ipocondrie varie e la passione per il gioco, ci ha raccontato che il suo sogno "non è diventare una donna di successo ma una giornalista di valore". Ci abbiamo creduto, voi però potete fare finta.