Tor Bella Monaca, arrestato 16enne con armi e bombe a mano

manetteBlitz a Roma. Questa notte i carabinieri del nucleo di Tor Bella Monaca hanno proceduto all’arresto di un ragazzo di sedici anni, con precedenti penali, responsabile della detenzione di armi e di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Fermato in strada perché sospettato di spacciare. In un primo momento, le forze dell’ordine hanno perquisito l’abitazione del minore e in seguito hanno perlustrato i vani di alcuni ascensori di palazzi intorno al quartiere romano scoprendo un arsenale. Il ragazzo nascondeva due pistole, una Magnum risultata rubata e una 765 con matricola abrasa, due bombe a mano, due giubbotti antiproiettile, simili a quelli in dotazione alle forze di polizia, 320 grammi di cocaina e 300 di eroina. Sulle armi sequestrate, verranno effettuate le opportune indagini per risalire alla loro provenienza ed al loro eventuale utilizzo in attività criminali. Il ragazzino è stato arrestato e ora si trova in carcere minorile in attesa di essere interrogato sulla provenienza di armi e droga. Le indagini sono concentrare per risalire alla rete criminale di cui si pensa faccia parte il minore.

I quartieri considerati più a rischio per quanto riguarda lo spaccio sono quelli della movida romana, come Testaccio, Trastevere, il Pigneto o il più centrale Ponte Milvio, ma ovviamente quelli periferici come ad esempio San Basilio e Tor Bella Monaca, sono prediletti dal crimine organizzato. In un quartiere come quello di Tor Bella Monaca, l’attività di spaccio di droga viene favorita sicuramente dalla conformazione urbanistica: cortili, garage, cantine e sottoscala, sembrano un vero e proprio rifugio per gli spacciatori.

L’ultima notizia di arresto nel quartiere risale a qualche giorno fa, in cui fratello e sorella di 47 e 45 anni, avevano allestito in casa una vera e propria base per lo spaccio di eroina. Le perquisizioni e i controlli hanno consentito ai carabinieri di mettere fine all’attività illegale che ha portato all’arresto di entrambi. Sempre più spesso la cronaca viene inondata da notizie di questo genere, in cui lo spaccio conquista le strade e le “strappa” ai cittadini onesti.

Vuoi commentare l'articolo?

Arianna Arete Martorelli

Nasce a Roma lo stesso giorno di Francesco Facchinetti, che coincide casualmente con la data di morte di Leonardo da Vinci. Dopo il primo vero colloquio della sua vita, nell’ottobre 2013 diventa redattrice della sezione cultura e spettacolo per Lineadiretta24.it tra un articolo e un altro, nel tempo libero, si interessa di molte cose: cinema, teatro, fotografia, musica… concretamente gira, vede gente, si muove, conosce, fa cose. Dopo la laurea vorrebbe partire alla volta di New York per intervistare David Letterman. Spera di non dover mai scendere a compromessi meschini, odia bere l’acqua dalle tazze e i “no” a prescindere, crede fermamente che comunque, in fin dei conti, il destino ha sempre più fantasia di noi.