Sarebbe proprio il caso di cantare: Grazie James Bond!

  • Cinema

  • Turismo

Good 4

A Roma sono ufficialmente finite le riprese del nuovo film di James Bond. Ora la troupe di “Spectre” si è spostata a Città del Messico. Prima di andarsene però 007 ha lasciato un bel bottino alla Capitale. Solo le tasse per l’occupazione del suolo pubblico hanno portato infatti in Campidoglio quasi un milione di euro e Giovanni Marinelli, assessore alla cultura e al turismo, ha calcolato almeno 16 milioni di introiti tra alberghi, ristoranti e comparse. Inoltre quasi tutto lo staff tecnico è stato assunto “in loco” portando molto lavoro tra i professionisti italiani del cinema.

L’agente segreto più famoso del mondo ha perfino pagato i residenti del rione Monti per il disturbo: cinquecento euro a ogni condominio, 100 euro a famiglia e 100 ad ogni attività commerciale che affaccia su Via Panisperna. Ma non solo, la produzione ha pulito le strade, riasfaltato il manto stradale delle location dove ha girato, pagato gli straordinari della Protezione Civile, dell’Ama e dei vigili urbani e distribuito pasti caldi ai clochard che vivono intorno al Vaticano. Ad aumentare gli indotti della Capitale ci si è messo poi anche un incidente che è costato altri soldi alla produzione. Le riprese sarebbero dovute finire lo scorso 15 marzo, ma parte della bobina è stata rovinata per un problema tecnico e così hanno dovuto girare un’altra volta l’inseguimento sulla Nomentana tra la Aston Martin di 007 (guidata da Daniel Craig nei panni di James Bond) e la Jaguar dell’antagonista Mr. Hinx e rimandare la partenza.

Ma i vantaggi per la Città eterna non sono finiti qui.  L’anteprima nazionale del film, che uscirà nelle sale il 6 novembre 2015, avrà luogo a Roma e la Capitale ha anche ottenuto il diritto di proiettare gratuitamente il documentario “Everything or Nothing” sui cinquant’anni di James Bond in diverse sale della periferia. Infine la Capitale sarà promossa in tutto il mondo con 30 secondi di riprese aeree a partire da sei mesi dopo l’uscita del film. “Un enorme riflesso positivo per il cineturismo, che porterà nella nostra città e nella nostra regione turisti da ogni paese, rilanciando il posizionamento della nostra offerta turistica a livello internazionale”, ha detto l’assessore Marinelli, assicurando che arriveranno altre risorse quando la pellicola sarà distribuita nelle sale. Finite le riprese di “Spectre”. Roma però è già pronta ad accogliere la nuova produzione internazionale “Zoolander 2”, un sequel diretto e interpretato da Ben Stiller. Non resta che augurarci di ringraziare anche lui.

Craig

Vuoi commentare l'articolo?

Giulia Lucchini