Stop alla violenza sulle donne con la street art

STOP VIOLENCE AGAINST WOMAN
TERRACINA E FORMIA
Un progetto di TURISMO CREATIVO in collaborazione con Bucolica

Produzioni, il Patrocinio dei comuni di Terracina e Formia e la media partnership del Gorgo.

Sostienici su Eppela: www.25novembre.org

“Rompere la prigione invisibile dell’indifferenza”, sembra essere questo il monito della street artist Hyuro, protagonista del nuovo appuntamento per il 25 novembre 2013 con la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. Ancora una volta l’arte, con una sua protagonista femminile, prende il megafono e lascia una traccia sui muri ormai famosi del territorio pontino. Il 2012 è stato l’anno di Alicé che, con i suoi volti femminili diffusi in maniera virale sulle cabine dell’elettricità, ha letteralmente tappezzato la città di Terracina di una solare e colorata indicazione a cambiare rotta, ad abolire la violenza e a promuovere una sempre maggiore sensibilità verso il genere femminile, troppo spesso vittima di abusi e soprusi.

Quest’anno arriva in Italia l’artista argentina Hyuro, ben nota al pubblico locale, nazionale e internazionale che segue il festival di street art Memorie Urbane, organizzato da Turismo Creativo, nell’ultima edizione in collaborazione con Bucolica Produzioni.
Immaginario intimo e personale, con un linguaggio visivo dall’impressionante veridicità umana in cui si rispecchia l’artista e consente l’immedesimazione dei fruitori più disparati, Hyuro prova con il suo lavoro in strada a fare breccia con una delle tematiche più scottanti, trattate dall’artista in più occasioni nel suo tradizionale lavoro sul genere femminile e le sue problematiche umane.

Ad ospitare gli interventi dell’artista saranno due muri, nelle città di Formia e Terracina, che hanno aderito entusiasticamente all’iniziativa grazie alle amministrazioni comunali. Gli interventi avranno quindi la doppia natura di “portavoce” di un messaggio sempre più importante e urgente e di “promotore” della riqualificazione dell’ambiente urbano cittadino.

Due monumenti umani e artistici destinati ad arricchire l’immaginario di un territorio che vuole essere protagonista in prima persona di un cambiamento di mentalità, testimoniato anche a livello nazionale
dell’approvazione da parte del Parlamento Italiano di una importante legge contro il femminicidio.

STOP VIOLENCE AGAINST WOMAN e’ su Eppela! E’ possibile partecipare in prima persona al progetto finanziando l’iniziativa e diventando promotori di un messaggio speciale contro la violenza sulle donne e portandosi a casa un’opera originale di una delle più apprezzate street artist internazionali.

Il video che racconta il lavoro artistico di Hyuro è realizzato da The Blind Eye

Factory ed è visibile al link: http://vimeo.com/70320101#at=5

L’ISTITUZIONE DEL 25 NOVEMBRE

L’ONU Tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999, ha designato il 25 novembre come la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG ad organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica in quel giorno. L’Assemblea Generale dell’ONU ha ufficializzato una data che fu scelta in ricordo del brutale assassinio del 1960 delle tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l’impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leónidas Trujillo, il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell’arretratezza e nel caos per oltre 30 anni. Da qualche giorno anche l’Italia ha approvato una legge contro il femminicidio e la violenza sulle donne.

Organizzazione:
Turismo Creativo – via Marina di Serapo 18 – 04024 Gaeta (Italia)
telefono: 0771.460978 mobile: +39.349.0567388
info@turismocreativo.it

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione Parolibero

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->