La scopa elettrica. Aspetti da considerare per una scelta rapida e senza pensieri

Aspetti da considerare per una scelta rapida e senza pensieri

La scopa elettrica, pur essendo stata inventata diversi anni fa, ha riscontrato un incredibile successo solo di recente. Prima, infatti, il mercato era dominato dalle aspirapolvere, che sono apparecchi altamente performanti, ma estremamente ingombranti e poco maneggevoli. Con il tempo si è capito che utilizzare questi dispositivi per le pulizie quotidiane poteva essere controproducente, pertanto si è deciso di guadare oltre.

Le scope elettriche, del resto, sono perfette per l’utilizzo quotidiano, in quanto caratterizzate da un corpo snello, che consente di raggiungere anche gli angoli più nascosti, eliminando in maniera valida la polvere e lo sporco che si depositano costantemente sulle superfici di casa.

Di fatto, si tratta di elettrodomestici alla portata di tutti, in quanto il prezzo d’acquisto è piuttosto contenuto, anche se si possono trovare modelli particolarmente costosi, dovuti alla presenza di particolari funzionalità ed accessori. Il consiglio che si può dare in fase di scelta è quello di fissare un budget di spesa, in modo da sapere preventivamente come muoversi e a che cosa puntare.

Come scegliere una scopa elettrica: alcuni punti fondamentali

Scegliere una scopa elettrica non è sempre un’operazione facile o immediata. Come mai? Per il semplice fatto che i modelli messi a disposizione dalle case produttrici sono davvero numerosi. Dunque, per individuare la soluzione migliore per far fronte alle proprie necessità è importante non agire di’istinto, bensì avere ben chiari in mente alcuni punti fondamentali.

Ma non basta è necessario valutare con attenzione anche le recensioni e prezzi delle scope elettriche Rowenta e di altri marchi, sui portali web specializzati. Attenzione, però, che non tutti i siti sono uguali: è fondamentale individuarne uno dotato anche di classifica degli apparecchi migliori, così da sapere verso cosa orientarsi, se si è alla ricerca del meglio.

Tra gli aspetti da considerare particolarmente importante è la struttura, che deve essere robusta, ma soprattutto leggera, in modo da risultare facilmente maneggevole. Interessanti sono le soluzioni che rimangono in piedi da sole, in quanto occupano poco spazio e sono perfette anche in caso di case piccole o poco spaziose.

Tutto ciò che serve sapere in fase di scelta

Sicuramente, quando ci si trova a selezionare una scopa elettrica per la propria casa, è importante tenere conto dell’alimentazione. Infatti, in commercio sono presenti scope elettriche che funzionano a cavo, ossia prima dell’utilizzo devono essere attaccate alla presa di corrente.

Ciò vuol dire avere a disposizione un’autonomia illimitata, ma anche dover fare i conti con una ridotta maneggevolezza. Se si vuole puntare alla praticità, la cosa migliore è scegliere, invece, un apparecchio dotato di batteria, anche se, in questo caso, le performance di lavoro tendono ad avere una durata inferiore.

Non bisogna dimenticare di considerare il metodo di raccolta, che può essere a sacco o a contenitore, ed il sistema di filtraggio, che deve essere efficiente, in modo da rimmettere nell’ambiente aria il più possibile pulita. Infine, determinanti sono gli accessori, poiché possono aumentare le prestazioni dell’elettrodomestico. Particolarmente utili sono le spazzole, che possono avere dimensioni ed utilizzi differenti (specifiche per imbottiti, tappeti, moquette e parquet).

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione