Io, mai niente con nessuno avevo fatto di Vuccirìa Teatro a Torino

Vuccirìa Teatro
IO, MAI NIENTE CON NESSUNO AVEVO FATTO

Venerdì 7 marzo ore 21.15
Teatro bellARTE
Via Bellardi,116 – Torino
nell’ambito della Stagione Nova Vita
scritto e diretto da Joele Anastasi
interpreti Joele Anastasi, Enrico Sortino, Federica Carruba Toscano
aiuto regia Nicole Calligaris
costumi Giulio Villaggio
foto Dalila Romeo
video Giuseppe Cardaci, Elia Bei, Davide Maria Marrucci
produzione Vuccirìa Teatro
organizzazione e distribuzione RAZMATAZ
ufficio stampa leStaffette

‘Mi chiamo Motta Giovanni ho ventitré anni e sono siciliano. Mia madre mi ha avuto che aveva 15 anni e sono cresciuto con lei, mia zia e mia cugina Rosaria. Io sono il maschio della famiglia.’

Arriva a Torino, venerdì 7 marzo alle ore 21.15, al Teatro bellARTE, nell’ambito della Stagione Nova Vita, la giovanissima, ma già pluripremiata, compagnia siciliana Vuccirìa Teatro con lo spettacolo “Io, mai niente con nessuno avevo fatto”, opera prima di Joele Anasatasi, che ne firma anche la regia, in scena con Enrico Sortino e Federica Carruba Toscano. ‘Io, mai niente con nessuno avevo fatto’ è la storia di Giovanni, incarnazione dell’ingenuità e della passione allo stato puro, dell’innocenza che supera tutte le barriere della conoscenza e dell’ignoranza: un pezzo unico di anima che dice tutto quello che pensa, che crede a tutto quello che gli viene detto. Giovanni è la forza e il coraggio di chi non riesce a vedere il mondo se non come uno spartito di note da danzare. L’istinto alla vita, alla sopravvivenza. Oltre la malattia. Oltre il male. E di Rosaria, la cugina che per lui rappresenta tutto: è fidanzata e sorella, madre e figlia.

E ancora di Giuseppe, amore e amante del protagonista, l’ambiguità e la violenza, ma anche la passione carnale e focosa. Lo scenario è brutale, istintuale, carico di violenza, tinto di colori forti, un contesto in cui l’innocenza di Giovanni sembra annegare, ma al quale invece sopravvive, riscattandosi attraverso i corpi e le anime dilaniate di Rosaria e Giuseppe.
Sicilia anni ’80, omosessualità, malattia, violenza, morte sono lo spunto per raccontare e suscitare emozioni, superando i contesti e le categorie, ma allo stesso tempo focalizzando l’attenzione su tematiche umane e sociali quanto mai presenti e scottanti.

Con questo spettacolo la Compagnia ha vinto il Bando Stazioni d’Emergenza/atto V/Nuove creatività 2014 di Galleria Toledo a Napoli.
Precedentemente è risultata vincitrice del Roma Fringe Festival 2103 ottenendo il premio come Miglior Spettacolo, Migliore Drammaturgia a Joele Anastasi, Miglior Attore a Enrico Sortino. E’ stato inoltre inserito al NEW YORK FRINGE FESTIVAL in rappresentanza dell’Italia nel prossimo mese di agosto. Lo spettacolo per il suo impegno a favore della sensibilizzazione e dell’informazione su una tematica sociale importante come AIDS, diversità e tolleranza, è patrocinato da ROMA CAPITALE Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico, dalla LILA Catania, (Lega Italiana Lotta contro l’Aids), GAYCS ITALIA, ARCI GAY CATANIA, ARCI GAY NAPOLI, ARCI GAY CAMPANIA, NPS Italia, PALERMO PRIDE, STONEWALL, GAY CENTER, ANDOS, DI’GAY PROJECT, CIRCOLO MARIO MIELI, I-KEN. Lo spettacolo è inserito nella Stagione Nova Vita di Teatro Tedacà in collaborazione con il progetto ‘Adotta una compagnia’ della Fondazione Live Piemonte dal Vivo – Città di Torino – Settore Politiche Giovanili e Quarta Circoscrizione.

Info e prenotazioni: 011.7727867 info@tedaca.it
biglietti: intero 8 Euro – ridotto 6 Euro

www.vucciriateatro.com 

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione Parolibero

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->