Il 25 ottobre inizia Ma che cos’è questa drammaturgia contemporanea

MA CHE COS’E’ QUESTA DRAMMATURGIA CONTEMPORANEA?

Il 25 ottobre partono tre proposte inedite, realizzate dalla Casa dei Teatri e della Drammaturgia Contemporanea per avvicinare il pubblico alla scrittura scenica: un incontro-festa con gli autori, una rassegna di spettacoli itineranti e un osservatorio critico aperto al pubblico

A partire dal 25 ottobre la Casa dei Teatri e della Drammaturgia Contemporanea – promossa dall’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale e gestita da Zètema Progetto Cultura con la direzione di Emanuela Giordano – presenterà tre proposte dedicate alla drammaturgia contemporanea: “In Italia, la parola drammaturgia contemporanea sembra quasi nascondere qualcosa di oscuro e respingente, noi crediamo che vadano rimossi gli ostacoli che impediscono una fruizione popolare della scrittura scenica, così come accade in molti altri paesi”. E’ un modo per far conoscere i nuovi autori, sostenerli ed avvicinarli “fisicamente” al pubblico italiano, ma anche un inedito strumento per far partecipare la città alle scelte culturali, per realizzare un osservatorio attivo, che sia di stimolo e di confronto con le diverse espressioni del fare teatro oggi.

Venerdì 25 ottobre ore 18.30 si svolgerà, presso il Teatro Biblioteca Quarticciolo, il primo di una serie di incontri con gli autori italiani, ideato in collaborazione con la Direttrice Artistica Veronica Cruciani. Una rosa di nomi è stata elaborata grazie ai suggerimenti di un gruppo di “addetti ai lavori” chiamati ad immaginare con noi l’inizio di questo percorso. Hanno già aderito: Katia Ippaso, Roberto Cavosi, Giampiero Rappa, Francesca Macrì, Lucia Calamaro, Francesco Suriano, Daniele Timpano, Andrea Cosentino, Gianni Guardigli, e stiamo raccogliendo in questi giorni le conferme di altri importanti autori del panorama italiano. L’incontro è aperto alle scuole, alle università, a tutti i cittadini interessati alla scrittura e al teatro contemporaneo. Gli appuntamenti successivi si svolgeranno nel corso della stagione 2013 – 2014 presso gli altri teatri che fanno parte della Casa dei Teatri e della Drammaturgia Contemporanea.

La rassegna Ma che cos’è questa drammaturgia contemporanea? si svolgerà da martedì 29 ottobre a domenica 3 novembre presso il Teatro Elsa Morante, il Teatro Biblioteca Quarticciolo, il Teatro del Lido di Ostia e il Teatro due Roma stabile d’essai che collabora all’iniziativa. Compagnie provenienti da tutta Italia viaggeranno da un teatro all’altro, proponendo i loro spettacoli e restando a disposizione per incontri, confronti e approfondimenti sulle ragioni del loro lavoro. Le rassegne prevedono anche la proiezione di documentari a tema.

Questo il calendario degli spettacoli:

lacasadargilla
KATZELMAKER
Una trascurabile trilogia europea, capitolo I
scrittura collettiva da Rainer Werner Fassbinder
con Fulvio Accogli, Elisa Di Francesco, Roberta Guccione, Vincenzo Lesci, Massimo Mento, Raffaella Paleari, Domenico Piscopo, Lorenzo Robino, Tonia Specchia, Francesca Verzaro, Mario Ciro Zaza
regia di Lisa Ferlazzo Natoli

Il fascismo di provincia, i sistemi coercitivi del branco e i meccanismi di sopraffazione. I protagonisti incarnano tutte le distorsioni della società in cui abitano e in cui non riescono a integrarsi: indolenti, opportunisti, diffidenti, genericamente xenofobi, vigliacchi e violenti.
29 e 30 ottobre Teatro Biblioteca Quarticciolo ore 21.00

Teatro Kismet OperA
PICCOLA ANTIGONE E CARA MEDEA
di Antonio Tarantino,
con Teresa Ludovico e Vito Carbonara
regia di Teresa Ludovico
I miti ritornano nella nostra storia recente, nei sobborghi di città degradate o distrutte dalla guerra. Il risultato è un viaggio nella modernità che ci abita, ci lacera e ci pone tante domande.
29 – 30 ottobre Teatro del Lido di Ostia ore 21.00
31 ottobre – 1 novembre Teatro Biblioteca Quarticciolo ore 21.00
2 novembre Teatro due Roma stabile d’essai ore 21.00
3 novembre Teatro Elsa Morante ore 18.00

quotidiana.com
GRATTATI E VINCI
Terzo episodio della Trilogia dell’inesistente_esercizi di condizione umana
di Paola Vannoni
con Paola Vannoni, Roberto Scappin
regia Roberto Scappin
Due figure si affrontano in un dialogo tagliente, cinico, dalla comicità inaspettata. Il titolo fa riferimento all’illusorio tentativo di deviare il proprio destino senza creatività e coraggio, grattando, uno dopo l’altro, il rettangolo del grattaevinci.
31 ottobre Teatro due Roma stabile d’essai ore 21.00
1 novembre Teatro Elsa Morante ore 21.00
2 novembre Teatri Biblioteca Quarticciolo ore 21.00
3 novembre Teatro del Lido di Ostia ore 18.00

Teatro Forsennato
GLI EBREI SONO MATTI
scritto e diretto Dario Aggioli
con Dario Aggioli e Guglielmo Favilla
Durante il fascismo, un matto vero, fascista e un matto falso, ebreo, chiusi in un manicomio raccontano la tragedia delle leggi razziali attraverso la comicità della situazione. Ispirato ad una storia vera.
30 ottobre Teatro due Roma stabile d’essai ore 21.00
31 ottobre – 1 novembre Teatro del Lido di Ostia ore 21.00
2 novembre Teatro Elsa Morante ore 21.00
3 novembre Teatro Biblioteca Quarticciolo ore 18.00

Compagnia Ragli
L’ITALIA S’E’ DESTA, un piccolo (falso) mistero italiano
scritto e diretto da Rosario Mastrota
con Daria Cozzolino
La scema del paese, assiste al rapimento da parte della ‘ndrangheta, in Calabria, del pullman della nazionale italiana di calcio. Lei sa dove sono finiti sia il pullman che la nazionale ma nessuno le crede.
30 ottobre Teatro Elsa Morante ore 21.00
3 novembre Teatro due Roma stabile d’essai ore 21.00

L’Allegra banderuola e Affabulazione
CAPPUCCETTO ARCOBALENO
liberamente tratto da “Cappuccetto Rosso,verde, giallo blu e bianco” di Bruno Munari
realizzato da Michela Caria, Giulia De Canio, Viviana Mancini, Cristiano Petretto
Spettacolo per bambini dai 3 ai 7 anni ispirato al testo di Munari che declina la favola di Cappuccetto Rosso nei vari colori, insegnando ai bambini che la fantasia si sviluppa modificando a poco a poco le proprie conoscenze.
1° novembre Teatro due Roma stabile d’essai ore 17.00

Dal 29 al 3 novembre, dalle 18 alle 20, in ogni teatro in cui viaggeranno le rassegne, la visione degli spettacoli sarà preceduta dagli incontri dell’Osservatorio Critico, un laboratorio gratuito di approfondimento realizzato grazie alla collaborazione di docenti universitari, giornalisti teatrali ed operatori del settore. I partecipanti analizzeranno forma e contenuti delle opere teatrali proposte, raccogliendo intenzioni, reazioni ed emozioni degli spettatori. Si produrranno trailer, contributi radiofonici e sintesi critiche che verranno pubblicati sul portale www.casadeiteatri.roma.it. Questo materiale diventerà lo spunto per un confronto con la città, grazie ad un incontro finale a giugno con tutti i partecipanti degli osservatori.
L’osservatorio critico è aperto a tutti, senza limiti di età e produce crediti formativi.

CASA DEI TEATRI E DELLA DRAMMATURGIA CONTEMPORANEA
Info e prenotazioni
Tel. 060608 – 0644404768 – www.casadeiteatri.roma.it
info@casadeiteatri.roma.it

Biglietti
Incontro del 25 ottobre e Osservatorio Critico sono ad ingresso gratuito
Biglietto unico per gli spettacoli: 5 euro

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione Parolibero

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->