Epilatori IPL: cosa sono e come funzionano

Epilatori IPL: cosa sono e come funzionano

Siete stanche di depilarvi con il rasoio o con la ceretta? Non volete avere più la pelle irritata o arrossata a causa della rimozione dei peli superflui? Fortunatamente oggi è possibile contare su una nuova tecnologia che consente di avere la cute sempre liscia e vellutata, ma senza provare dolore. Si tratta della luce pulsata (IPL), che viene spesso confusa con il laser, anche se si tratta di due tecniche differenti.

Di fatto, si basano entrambi sulla foto-termolisi selettiva, però, il laser produce onde luminose dotate di un’unica lunghezza, mentre la luce pulsata, che viene prodotta da una lampada detta “flash” si avvale di una sorgente luminosa ad ampio spettro. La luce intensa emessa viene assorbita dalla melanina, il pigmento che da colore al pelo, generando un forte aumento di temperatura, che va ad alterare il bulbo pilifero.

In questo modo, quindi, si va ad agire in profondità sul pelo, in modo da inibirne la crescita. In commercio è possibile trovare una vasta gamma di epilatori IPL. Ciò può rendere la scelta davvero complessa. Quindi, come fare? La cosa migliore è avere ben chiari in mente alcuni aspetti fondamentali e valutare recensioni e schede tecniche di molti epilatori luce pulsata, così da avere una visione il più possibile completa.

Come prepararsi al meglio all’utilizzo della luce pulsata

Prima di tutto è necessario selezionare il colore della pelle, in modo da permettere all’apparecchio di agire al meglio. Di fatto, è bene specificare che gli epilatori IPL non funzionano sempre: è fondamentale avere un fototipo compreso tra 1 e 5. Chi ha una cute particolarmente scura o abbronzata non può utilizzare questo sistema di depilazione. Per quanto riguarda i peli, invece, è bene sottolineare che quelli troppo chiari (bianchi o biondo platino) vengono difficilmente colpiti dal fascio luminoso.

La condizione migliore per poter agire con la luce pulsata è avere una pelle chiara e peli neri e spessi. In caso di peluria mista è possibile non ottenere risultati uniformi. Inoltre, è importate fare attenzione ad utilizzate l’IPL in corrispondenza delle parti più scure dell’epidermide (ano e genitali), in quanto sono tendenzialmente più sensibili. Tuttavia, la luce pulsata può essere impiegata un po’ ovunque.

Non bisogna dimenticare, poi, di passare con una matita bianca in corrispondenza di nei, macchie scure, cicatrici e tatuaggi, al fine di evitare che si generino lesioni o danneggiamenti di vario tipo. Infine, prima di procedere con il trattamento vero e proprio, è indispensabile portare la peluria almeno a 2-3 millimetri, in modo da favorire l’azione della luce pulsata.

Differenti modelli di IPL: come scegliere il migliore?

In passato gli epilatori a luce pulsata venivano utilizzati solo nei centri benessere, in quanto estremamente costosi e difficili da usare. Attualmente, invece, è possibile avvalersi di questa tecnologia anche a casa, senza preoccupazioni. Questi apparecchi, del resto, possono essere utilizzati, non solo per l’eliminazione dei peli superflui, ma anche per il ringiovanimento cutaneo e per trattare eventuali macchie della pelle.

In questo caso è bene agire sotto stretta sorveglianza medica. Ma quali sono gli aspetti importanti da considerare quando si acquista un epilatore IPL? Sicuramente la quantità degli impulsi luminosi, le dimensioni e l’intercambiabilità della testina e la presenza di sensori, come quello di riconoscimento del colore della pelle o di sicurezza.

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione