Delirium vitae al Teatro Kopó

DELIRIUM VITAE
la Repubblica del “le faremo sapere”
di e con Michele Vargiu
Giulio Federico Janni

dal 4 al 6 Aprile 2014
TEATRO KOPÓ
via Vestricio Spurinna 47/49 – Roma

La precarietà, come nessuno mai l’ha raccontata. É questo il tema del nuovo spettacolo in scena al Teatro Kopó di Roma. Dal 4 al 6 aprile, Michele Vargiu e Giulio Federico Janni portano in scena Delirium Vitae, la Repubblica del “le faremo sapere”.
Due uomini, insieme in una interminabile fila all’interno di una agenzia di lavoro interinale, aspettano. Aspettano il loro turno e con esso aspettano risposte, brandelli di certezza, il miraggio di un lavoro e di una vita stabile, semplice e ordinaria che sembra irraggiungibile. Mentre l’attesa sembra divorarli, tirando fuori i loro tic e le loro piccole ossessioni, cominciano a svelarsi pian piano l’un l’altro; e in un crescendo di dialoghi tanto surreali quanto tremendamente veri, insieme alle loro vite, ai loro amori e alle loro malefatte, vengono a galla anche i tanti problemi di un Paese che non riusciamo più a riconoscere, attanagliato dalla cultura sfrenata del consumo, da una politica incapace e da uno smarrimento generale di chi il Paese lo abita. In un susseguirsi di situazioni tragicomiche, scambi di battute incalzanti e “ritratti” di imbarazzante attualità, i due uomini protagonisti della piéce, condurranno lo spettatore attraverso un universo parallelo e bizzarro, narrato con spietata leggerezza. Uno specchio della nostra realtà quotidiana sul quale riflettere e attraverso il quale concedersi il lusso di una sana, liberatoria risata.

DELIRIUM VITAE
La Repubblica del “le faremo sapere”
di e con Michele Vargiu Giulio Federico Janni
produzione www.raumtraum.it 

TEATRO KOPÓ
via Vestricio Spurinna 47/49
dal 4 al 6 aprile 2014
ore 20.45
biglietti Intero 10.00 +2.00; Ridotto 8.00 + 2.00
per info 06.45.65.00.52 _ botteghino@teatrokopo.it

 

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione Parolibero

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->