Al Piccolo Teatro di Gallicano Qualcuno era…

Dal 6 all’8 dicembre
al Piccolo Teatro di Gallicano
La Compagnia Cincopan e Beghelli
presenta
Qualcuno era…
Scritto diretto e interpretato da
Claudio Beghelli
Suoni, musiche, luci e direzione di palco
Matteo Cincopan

Infine, una domanda a voi, prima di cominciare: cosa chiedereste, stasera, a Marx e a Gesù, se vi fosse data la possibilità di incontrarli?
Dal 6 al’8 dicembre al Piccolo Teatro di Gallicano è in scena lo spettacolo scritto, diretto e interpretato da Claudio Beghelli: Qualcuno era…
Immaginate di essere un attore che non riesce più a recitare. Da qualche tempo avverte che le battute e le azioni previste dal copione sono del tutto inadeguate e insufficienti a esprimere la lacerante, contraddittoria complessità del presente, che lui percepisce, pur senza riuscire a decifrarla del tutto, con un certo sgomento che, spesso, cresce fino al disgusto.

Un attore che, una volta tanto, rifiuti la propria tipica funzione di automa da palcoscenico e decida, improvvisamente, di dire o fare qualche cosa che non sia comandata da quel testo che ripete ogni sera e che il pubblico e i colleghi si aspettano da lui. Lo sa: basterebbe pochissimo a spezzare il meccanismo perfettamente ordinato della rappresentazione e scuotere lo spettatore dal torpore, obbligandolo a guardare in modo inconsueto e non convenzionale la realtà che quotidianamente lo circonda, della quale è, insieme, vittima e complice.
Quale parola, quale gesto, nella sua immediata semplicità è tanto potente, tanto eversivo? Questa è la domanda, non detta, che il protagonista dello spettacolo, instancabilmente, si pone – e il pubblico con lui.
Ma se cercate risposte certe, soluzioni, rassicurazioni, consolazioni, avete sbagliato posto: qui non ne troverete. Tutto ciò che l’attore ha da offrirvi sono i sogni, le metafore, le allegorie, i paradossi – solo apparenti – che due grandi artisti italiani, Gaber e Luporini, hanno immaginato e scritto tra il 1974 e il 2000.

Sembra passato un tempo infinito da quegli anni. Eppure, devono avere inventato una macchina fotografica capace di vedere, davvero, molto lontano. Perché, il disagio, la rabbia, lo smarrimento, l’impotenza, la disgregazione dell’individuo, la crisi di qualsiasi morale e appartenenza, il trionfo dei miti ingannevoli della moda e del mercato, che loro hanno intuito e raccontato. Sono in anticipo sui tempi, precisamente, ciò che caratterizza la realtà, sdrucciolevole e ostile, che noi viviamo, oggi.

QUALCUNO ERA..
Scritto diretto e interpretato da Claudio Beghelli
Suoni, musiche, luci e direzione di palco Matteo Cincopan

PICCOLO TEATRO DI GALLICANO
via Provinciale 56a Gallicano-Poli, n.9 – Gallicano nel Lazio

DAL 6 ALL’8 DICEMBRE
sabato ore 20.30 domenica alle 18.00
Biglietti Intero 10.00 Ridotto 5.00
prenotazioni liberalab.onlus@yhaoo.it 0694355337 -3381061510

Vuoi commentare l'articolo?

Redazione Parolibero

0 Commentsprova

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Only registered users can comment.

-->